Skip to content

Emozionare il consumatore: nuove strategie di marketing nel villaggio globale

Informazioni tesi

  Autore: Clara Benedetta V. Pezzuto
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Management per l'Impresa
  Relatore: Edoardo Staiti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

Viviamo in un’epoca “liquida” in cui è facile perdere il contatto con la realtà così come essere totalmente catturati dalle strutture e dai particolarismi che la formano.
In un caso penso alla rapida diffusione di informazioni audio e video che dipingono fattispecie che, filtrate e non concrete, entrano nella mente dell’individuo senza coinvolgere realmente tutti i sensi oppure all’apparente facilità nel comunicare ed alla crescente diffusione di informazioni, ad esempio tramite i blog, i messaggi di testo e i programmi elettronici che hanno reso la realtà più virtuale, osservabile con distacco. Tutto diviene scrutabile in maniera astratta e, molti, i pensieri non tramutati in azione.
Nell’altro caso penso alle strutture tipicamente costituenti le realtà sociali, ossia la famiglia, il concetto di lavoro e di “futuro”, la politica e la religione, il voto politico dato per convenienza e non per ideale o idea di benessere sociale o d’intervento, alle scelte dei percorsi di studio condizionate dall’idea di un lavoro ben remunerato piuttosto che dall’affinità alle proprie abilità e passioni – scelte che testimoniano la crisi dell’individualità ceduta alle “regole” del sistema.
Ma le strutture del sistema diventano più labili a causa della mescolanza di valori, della visibilità acquisita di ciò che è sempre stato occultato e della conseguente perdita di morale collettiva; è quindi opportuno domandarsi se le azioni quotidiane individuali siano frutto di trasporti, di empiti, piuttosto che di una programmazione premeditata.
Ed è qui che entra in gioco l’emozione.
Mi riferisco alla forza intrinseca che è capace di diventare il motore motivazionale abile a farci sentire vivi, generatore di azioni individuali o collettive finalizzate al raggiungimento di un sogno, di un racconto, capace di colmare il vuoto creato dal crollo, a cui quotidianamente assistiamo, delle convinzioni di un’epoca che sentiamo oltrepassata.
La crescente importanza delle emozioni nella vita di tutti i giorni è un concetto che le imprese non possono evitare di comprendere, al fine di operare al meglio in un ambiente così dinamico e turbolento come quello dei nostri giorni, di differenziare la propria offerta, di rendere la propria marca portatrice di un’identità ben definita e di creare i percorsi più appropriati per far vibrare “i cinque sensi” dei consumatori ai quali si rivolgono.
Questo mio lavoro inizia dal resoconto degli spunti di sociologi e psicologi circa l’evoluzione della società, considerando il singolo individuo al fine di coglierne l’aspetto del comportamento e del consumo. Poi il mio punto di vista si sposta, diventando aziendalistico, al fine di cogliere i nessi tra l’evoluzione sociale e l’importanza del posizionamento di marca per le imprese attraverso l’analisi delle principali leve strategiche. Le mie asserzioni saranno argomentate attraverso l’utilizzo di dati secondari provenienti da fonti provenienti da testi, articoli e spunti elencati nella bibliografia. Inoltre, nel IV capitolo argomento due casi aziendali presenti nel mercato automobilistico mondiale, che testimoniano che le nuove strategie di marketing in questo scenario attuale si fondano, oltre che su logiche di prodotto, sull’irrazionalità delle emozioni. Ma non è facile emozionare i consumatori se non si scava a fondo, comprendendo che è la loro cultura che permette di interiorizzare ed esprimere le emozioni. Non solo. E’ giunta l’ora per le imprese di prendere atto dell’importanza del ruolo sociale che sono chiamate a ricoprire e, conseguentemente, di porre in atto delle scelte organizzative orientate al cambiamento in termini di “comunicazione organizzativa” e anche e soprattutto in termini di responsabilità e sostenibilità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Prefazione Viviamo in un‘epoca ― liquida‖ in cui è facile perdere il contatto con la realtà così come essere totalmente catturati dalle strutture e dai particolarismi che la formano. In un caso penso alla rapida diffusione di informazioni audio e video che dipingono fattispecie che, filtrate e non concrete, entrano nella mente dell‘individuo senza coinvolgere realmente tutti i sensi oppure all‘apparente facilità nel comunicare ed alla crescente diffusione di informazioni, ad esempio tramite i blog, i messaggi di testo e i programmi elettronici che hanno reso la realtà più virtuale, osservabile con distacco. Tutto diviene scrutabile in maniera astratta e, molti, i pensieri non tramutati in azione. Nell‘altro caso penso alle strutture tipicamente costituenti le realtà sociali, ossia la famiglia, il concetto di lavoro e di ― futuro‖, la politica e la religione, il voto politico dato per convenienza e non per ideale o idea di benessere sociale o d‘intervento, alle scelte dei percorsi di studio condizionate dall‘idea di un lavoro ben remunerato piuttosto che dall‘affinità alle proprie abilità e passioni – scelte che testimoniano la crisi dell‘individualità ceduta alle ― regole‖ del sistema. Ma le strutture del sistema diventano più labili a causa della mescolanza di valori, della visibilità acquisita di ciò che è sempre stato occultato e della conseguente perdita di morale collettiva; è quindi opportuno domandarsi se le azioni quotidiane individuali siano frutto di trasporti, di empiti, piuttosto che di una programmazione premeditata. Ed è qui che entra in gioco l‘emozione. Mi riferisco alla forza intrinseca che è capace di diventare il motore motivazionale abile a farci sentire vivi, generatore di azioni individuali o collettive finalizzate al raggiungimento di un sogno, di un racconto, capace di colmare il vuoto creato dal crollo, a cui quotidianamente assistiamo, delle convinzioni di un‘epoca che sentiamo oltrepassata. La crescente importanza delle emozioni nella vita di tutti i giorni è un concetto che le imprese non possono evitare di comprendere, al fine di operare al meglio in un ambiente così dinamico e turbolento come quello dei nostri giorni, di differenziare la propria offerta, di rendere la propria marca portatrice di un‘identità ben definita e di creare

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi