Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo dell'obesità in età evolutiva: contesto familiare, stile di attaccamento e competenza emotiva

Questa tesi è nata con l'intento di realizzare una rassegna delle ricerche più significative sui fattori di vulnerabilità psicologico-relazionali coinvolti nell'insorgenza, nello sviluppo, e nel mantenimento dell'obesità in età evolutiva. sono state in particolare presentate quelle ricerche che hanno preso in considerazione tre dimensioni: quella dell'attaccamento, della competenza emotiva e dell'ambiente familiare. All'interno di ciascuna area, sono stai individuati specifici fattori di rischio per lo sviluppo di comportamenti alimentari disfunzionali,che favoriscono lo sviluppo di una condizione di sovrappeso e obesità. Sono stati inoltre considerati gli aspetti relativi all'immagine corporea in soggetti in età evolutiva obesi. Pur non essendo riconosciuto come un disturbo di interesse psichiatrico, non compare infatti nè nel DSM nè nell'ICD10, la condizione clinica di obesità, soprattutto se insorge in età infantile o adolescenziale, può portare con sè numerosi rischi di tipo psico-sociale, quali difficoltà relazionali, insoddisfazione corporea, bassa autostima, disturbi d'ansia e dell'umore.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Se in epoche passate la condizione di sovrappeso/obesità, per quanto poco diffusa, era ritenuta indice di uno stato di benessere e di buona salute, in considerazione della scarsa disponibilità alimentare nella popolazione generale, oggi, per le mutate condizioni socio- economiche, l’obesità è considerata il principale disturbo nutrizionale delle società occidentali, ed è in preoccupante aumento già in età pediatrica, portando con sé complicanze sia di tipo medico, che di tipo psicologico. Da una ricerca promossa dall’istituto Superiore di Sanità nel 2010, l’Italia è risultata essere ai primi posti in Europa per numero di bambini in sovrappeso (23%) e obesi (11%) tra i 6 e gli 11 anni, più di uno su tre (www.salute.gov.it). Sono dati allarmanti che mostrano come l’obesità infantile non sia solo un problema sanitario, ma soprattutto educativo e sociale. L’eccesso ponderale che porta ad una condizione di obesità in età evolutiva, sebbene non venga incluso tra le condizioni di interesse psichiatrico, come lo sono i disturbi del comportamento alimentare, tra tutti anoressia e bulimia nervosa, è ormai unanimemente considerato una patologia multifattoriale, in cui intervengono anche importanti fattori psicologici. La American Academy of Child and Adolescent Psychiatry (Wiener, 1997) ha schematicamente suddiviso l’obesità infantile in due grandi gruppi: l’obesità essenziale e l’obesità secondaria. Mentre quest’ultima, più rara, è determinata esclusivamente da cause endogene, di tipo endocrino e genetico, la forma essenziale, quella più diffusa, riconosce vari fattori di tipo esogeno, quali eccessivo apporto calorico, fattori familiari, fattori psicogeni. Nella presente tesi ho voluto prendere in considerazione alcuni fattori di ordine psicologico che influiscono sulla genesi, sullo sviluppo e sul mantenimento della condizione di obesità in età evolutiva. La fascia d’età di riferimento è quindi abbastanza ampia ed eterogenea nelle caratteristiche, comprendendo soggetti a partire dalla prima infanzia fino alla preadolescenza e prime fasi dell’età adolescenziale. Nello specifico, ho considerato tre dimensioni che dalla letteratura consultata sono risultate correlate con l’insorgenza e il mantenimento del disturbo dell’obesità: la dimensione dello sviluppo emotivo, quella dell’attaccamento e quella riguardante l’ambiente familiare. La trattazione si può considerare suddivisa in due parti: una di carattere più generale, comprendente i primi tre capitoli e volta ad inquadrare teoricamente le tre aree dette sopra, e una seconda parte costituita dal quarto capitolo, in cui sono stati

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Laura Corsini Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6602 click dal 05/04/2011.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.