Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ruolo della fertirrigazione nella nutrizione delle colture

La fertirrigazione è una pratica fondamentale nell'agricoltura moderna. Somministrando allo stesso tempo acqua e fertilizzanti, si hanno notevoli vantaggi dal punto di vista economico e produttivo.
La tecnica più innovativa è la fertirrigazione a goccia, ormai presente nella maggior parte delle aziende orto-floricole italiane. Essa permette di ottimizzare le risorse fornendo alle piante l'acqua e i nutrienti di cui hanno bisogno in modo perfettamente bilanciato.
Questo lavoro di tesi fornisce un'ampia descrizione delle basi della fertilizzazione e della messa a punto delle soluzioni nutritive, delle tecniche di fertirrigazione e delle sue varie applicazioni, tenendo conto delle diverse esigenze che possono avere le colture arboree, le erbacee, le floricole e le biologiche, in relazione alle loro esigenze e alle modalità di coltivazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Per concimazione intendiamo la distribuzione di concimi alle colture: essa serve ad apportare gli elementi nutritivi asportati da esse in modo da permettere loro di non sfruttare eccessi- vamente il terreno. Non ci sono notizie certe su quando l’uomo ha cominciato ad usare i concimi, di certo si sa che venivano usati molti seco- li prima di Cristo. Inizialmente il concime era costituito dalla cenere degli incendi appiccati nel sottobosco; successivamente nacque anche la necessità di far rigenerare i terreni lasciandoli riposare per lunghi periodi di maggese (L. Giardini, 1986). V erso la fine del secolo XVIII, il perfezionamento della ro- tazione triennale (rotazione continua) favorì un notevole pro- gresso: i campi lasciati a maggese iniziarono ad essere semina- ti con erbe da foraggio (trifoglio ed erba medica) che hanno la proprietà di fissare l'azoto atmosferico attraverso i tubercoli radicali (batteri azotofissatori). La produzione di foraggio permise inoltre la stabulazione annuale, la conseguente raccol- ta razionale dello sterco (non più disperso a caso come veniva fatto precedentemente) e il suo impiego più proficuo. La Ri- voluzione agricola favorì l'intensificazione della coltivazione e fece aumentare il bisogno di concime. (M. Mattmünuller , A. Inei- chen, 2005). null Ruolo denulla fertirrigazione nenulla nutrizione denulle colture-Carla Cavallo 4

Laurea liv.I

Facoltà: Agraria

Autore: Carla Cavallo Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1033 click dal 12/04/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.