Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodi quantitativi e strategie operative nella gestione del rischio

Il termine “rischio” viene spesso usato per indicare una situazione che si svolge in condizioni di incertezza e della quale non è noto l’esito finale. Noi stessi, nel corso della nostra esistenza, siamo circondati da rischi: gli esempi in materia sono tanti e molto diversi tra loro. Dalla nostra sfera personale a quelli che riguardano l’intero contesto macroeconomico: è proprio per le loro caratteristiche eterogenee che gli individui, le istituzioni in generale cercano di mettersi al riparo da essi utilizzando le più svariate forme di copertura in grado di compensare la perdita potenziale nel caso in cui l’evento sfavorevole si presenti.
Il significato del temine rischio va peraltro chiarito e approfondito: sarà necessario, infatti, distinguere tra incertezza ed esposizione per comprendere a fondo l’importanza e la portata di queste espressioni. Si cercherà, inoltre, di analizzare da vicino le problematiche che le imprese devono affrontare quotidianamente per reperire le risorse monetarie indispensabili per continuare ad operare in un mercato oggi sempre più competitivo e in continua evoluzione. La stampa finanziaria dimostra che non sempre tutte le organizzazioni sono in grado di soddisfare il proprio fabbisogno di liquidità con il solo autofinanziamento: spesso devono ricorrere a fonti esterne quali le emissioni azionarie e l’indebitamento.
Si tratta di problematiche, infatti, che occupano un ruolo di primo piano nella vita di un’impresa ma non solo: possono avere anche impatti determinanti a livello nazionale.
I quotidiani economici e i media diffondono notizie relative alla composizione dell’azionariato, ai rapporti con i terzi, alle modalità di reperimento dei fondi finanziari. Si tratta di operazioni che hanno in primo luogo un impatto sulla situazione dell’impresa e che determinano una variazione del profilo di rischiosità. E’ proprio quest’ultimo aspetto che incide significativamente sulle decisioni dell’investitore inteso sia come persona fisica sia come soggetto istituzionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione III Il termine “rischio” viene spesso usato per indicare una situazione che si svolge in condizioni di incertezza e della quale non è noto l’esito finale. Noi stessi, nel corso della nostra esistenza, siamo circondati da rischi: gli esempi in materia sono tanti e molto diversi tra loro. Dalla nostra sfera personale a quelli che riguardano l’intero contesto macroeconomico: è proprio per le loro caratteristiche eterogenee che gli individui, le istituzioni in generale cercano di mettersi al riparo da essi utilizzando le più svariate forme di copertura in grado di compensare la perdita potenziale nel caso in cui l’evento sfavorevole si presenti. Il significato del temine rischio va peraltro chiarito e approfondito: sarà necessario, infatti, distinguere tra incertezza ed esposizione per comprendere a fondo l’importanza e la portata di queste espressioni. Si cercherà, inoltre, di analizzare da vicino le problematiche che le imprese devono affrontare quotidianamente per reperire le risorse monetarie indispensabili per continuare ad operare in un mercato oggi sempre più competitivo e in continua evoluzione. La stampa finanziaria dimostra che non sempre tutte le organizzazioni sono in grado di soddisfare il proprio fabbisogno di liquidità con il solo autofinanziamento: spesso devono ricorrere a fonti esterne quali le emissioni azionarie e l’indebitamento. Si tratta di problematiche, infatti, che occupano un ruolo di primo piano nella vita di un’impresa ma non solo: possono avere anche impatti determinanti a livello nazionale. I quotidiani economici e i media diffondono notizie relative alla composizione dell’azionariato, ai rapporti con i terzi, alle modalità di reperimento dei fondi finanziari. Si tratta di operazioni che hanno in primo luogo un impatto sulla situazione dell’impresa e che determinano una variazione del profilo di rischiosità. E’ proprio quest’ultimo aspetto che incide significativamente sulle decisioni dell’investitore inteso sia come persona fisica sia come soggetto istituzionale.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Valentina Contin Contatta »

Composta da 103 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 821 click dal 14/04/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.