Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Odio della marca. Il "lato oscuro" delle attitudini del consumatore verso le marche

L’odio della marca, un nuovo costrutto di marketing che stima i rapporti negativi tra consumatori e marca, può essere considerato come il “lato oscuro” delle preferenze di un consumatore, perché la letteratura non ha ancora dedicato lo stesso sforzo verso questo argomento come quello dedicato all’analisi di attitudini e valutazioni positive.
Questo lavoro può essere diviso in tre parti: in primis, alcuni precedenti riguardanti emozioni negative, l’odio in particolare, e come queste emozioni possono essere correlate alle marche, attraverso la sintesi di una letteratura frammentata all’interno di una stessa cornice. In secondo luogo, basandosi su ricerche esplorative e dati qualitativi, il lavoro dà una visione generale dell’odio per le marche. Verranno presentati i metodi e i risultati dal campo di ricerca. I dati sono stati divisi in più livelli e i fattori possono essere interpretati alla luce di prospettive teoriche spiegate precedentemente, con lo scopo di scoprire se l’odio di marca possa esistere anche al di là dell’uso dei prodotti del marchio odiato. In ultimo, usando questi risultati, la ricerca proporrà delle ipotesi circa l’odio di marca e le casi per costruire una scala di odio di marca, che potrebbe essere testata in ricerche future.

Mostra/Nascondi contenuto.
Abstract L’odio della marca, un nuovo costrutto di marketing che stima i rapporti negativi tra consumatori e marca, può essere considerato come il “lato oscuro” delle preferenze di un consumatore, perché la letteratura non ha ancora dedicato lo stesso sforzo verso questo argomento come quello dedicato all’analisi di attitudini e valutazioni positive. Questo lavoro può essere diviso in tre parti: in primis, alcuni precedenti riguardanti emozioni negative, l’odio in particolare, e come queste emozioni possono essere correlate alle marche, attraverso la sintesi di una letteratura frammentata all’interno di una stessa cornice. In secondo luogo, basandosi su ricerche esplorative e dati qualitativi, il lavoro dà una visione generale dell’odio per le marche. Verranno presentati i metodi e i risultati dal campo di ricerca. I dati sono stati divisi in più livelli e i fattori possono essere interpretati alla luce di prospettive teoriche spiegate precedentemente, con lo scopo di scoprire se l’odio di marca possa esistere anche al di là dell’uso dei prodotti del marchio odiato. In ultimo, usando questi risultati, la ricerca proporrà delle ipotesi circa l’odio di marca e le casi per costruire una scala di odio di marca, che potrebbe essere testata in ricerche future. SALVATORI E. - ODIO DELLA MARCA: IL “LATO OSCURO” DELLE ATTITUDINI DEI CONSUMATORI VERSO LE MARCHE

Traduzione

Facoltà: Economia

Traduttore: Carla Cavallo Contatta »

Composta da 43 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1640 click dal 25/05/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.