Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodi di calcolo delle fondazioni a bicchiere per strutture prefabbricate

Metodi di calcolo delle fondazioni a bicchiere per strutture prefabbricate e differenze tra vecchia normativa, nuova ntc 2008 e eurocodice.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione - 3 - Introduzione L’evoluzione delle metodologie costruttive insieme alla sperimentazione di tecnologie innovative, nell’ambito dell’ingegneria civile, hanno reso possibile durante il ventesimo secolo la nascita e sviluppo di strutture interamente realizzate con elementi prefabbricati. L’edilizia industrializzata è nata per soddisfare due di quei requisiti fondamentali di un mercato edilizio in piena evoluzione: la versatilità e il tempo di costruzione. Nata nel dopoguerra, in Italia ha avuto il suo boom negli anni 60-70, dove l’esigenza di costruire molto e in fretta veniva prima di ogni altra condizione, infatti in questo periodo la prefabbricazione conosce un’evoluzione continua, nelle sue tipologie in ogni settore civile e industriale. Oggi la prefabbricazione, nonostante la contrazione del mercato edilizio, si è evolta a tal punto che risponde con successo ad ogni necessità dell’architettura residenziale e industriale, anche quelle di più alto livello. Gli elementi prefabbricati grazie alla loro versatilità possono fondersi anche con quelli tradizionali, per questo motivo che oggi, specialmente in Italia, sono utilizzati con successo nelle costruzioni. Possiamo dire, quindi che il prefabbricato risolve non solo aspetti determinanti nella costruzione seriale e modulare di determinate tipologie di case, dove la sinergia tempi/costi di realizzazione resta

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Daniele Bosi Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2140 click dal 05/01/2012.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.