Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La locazione degli immobili urbani

L’articolo 1571 del codice civile definisce la locazione come “il contratto col quale un parte si obbliga a far godere all’altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo, verso un determinato corrispettivo”.
Si tratta, dunque, di un contratto di scambio tra il locatore, cioè colui che dispone di un bene e ha interesse a conferirne il godimento ad altri per ricavarne in cambio un utile periodico, e il conduttore, il quale beneficia di tale bene e utilizza le proprie disponibilità monetarie per fruirne pro tempore. Nello scambio tra concessione del godimento di un bene e corrispettivo del godimento risiede la causa della locazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La riflessione sull’esperienza economica e giuridica ha portato alla constatazione che spesso l’uomo appaga i propri bisogni con i beni. L’acceso al godimento di un bene può però avvenire in diversi modi. Così, accanto alla costituzione di un diritto sul bene, si può configurare anche l’ipotesi di godimento mediante la prestazione di un soggetto che si obbliga a far godere del bene stesso. Si può così constatare come spesso, soprattutto in relazione a beni di notevole valore economico si ricorre all’istituto della locazione. La disciplina della locazione proviene da un’esperienza plurisecolare che fonda le sue radici nel diritto romano. Oggi trova il suo fondamento in primo luogo al Libro IV , Capo IV , Titolo III del codice civile. In particolare, l’articolo 1571 del codice civile definisce la locazione come “il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all’altra una cosa mobile o immobile per un dato tempo, verso un corrispettivo”. 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mauro Valletta Contatta »

Composta da 136 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1128 click dal 06/02/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.