Skip to content

La letteratura migrante nella Spagna contemporanea: il caso di Najat El Hachmi

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Eramo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della mediazione linguistica
  Relatore: Selena Nobile
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 117

La letteratura della migrazione è un fenomeno piuttosto recente sia in Spagna che in Italia a causa della breve storia di immigrazione di entrambi i paesi. Forse proprio perché si tratta di una corrente nascente, la literatura migrante ha ancora scarso rilievo a livello accademico e commerciale, benché negli ultimi tempi qualcosa cominci a muoversi. Questo elaborato vuole fare luce sul fenomeno dei migrant writers in Spagna, nonché essere uno strumento di promozione delle loro opere e della poetica che le caratterizza. Il primo capitolo è uno studio sulla situazione della migrazione in Spagna: si ripercorre, in breve, la tradizione dell’emigrazione per poi soffermarsi sull’attuale fenomeno in entrata. La Spagna, tra i paesi europei, è una delle mete predilette, non più solo da marocchini e subsahariani, ma anche da immigrati dell’Europa dell’Est. Nonostante la crisi globale che ha colpito pesantemente il mercato del lavoro spagnolo, il fenomeno non si arresta e rimane uno dei problemi fondamentali per il governo. Un approfondimento è dedicato a tutti i clandestini provenienti dal Maghreb e dall’Africa nera che, impiegando i mezzi più disparati, attraversano la calle del agua, i quattordici chilometri di mare dello Stretto di Gibilterra: una piaga che dagli anni ‘90 continua a seminare vittime tra coloro che guardano alla Spagna, e più in generale all’Europa, con il sogno di un futuro migliore. Il secondo capitolo illustra il concetto teorico di letteratura migrante e le sue caratteristiche generali, prendendo come punto di riferimento le teorie di Armando Gnisci, il maggiore teorico e promotore italiano nell’ambito della migrant literature. La teoria più interessante è la cosiddetta poetica della decolonizzazione, non un mero strumento di critica letteraria, ma piuttosto un modo per affrontare la vita e costruire nel migliore dei modi il tanto discusso global village. Decolonizzarsi significa per Gnisci liberarsi dall’idea di vivere nel primo dei mondi e mettere sullo stesso piano tutti i mondi del mondo; decolonizzarci, dunque, dalla nostra mentalità eurocentrica e liberarci, finalmente, dal fardello dell’uomo bianco. Nel terzo capitolo ci si sofferma sullo studio del caso spagnolo: la literatura migrante in Spagna e le sue caratteristiche. Si è scelto di concentrare l’attenzione sul continente africano e, nello specifico, sulla letteratura di scrittori marocchini e guineani. La prima scelta è dettata dalla millenaria relazione tra la Penisola e il Maghreb, ripercorsa attraverso il mito di Al-Andalus. La preferenza della letteratura di autori guineani tra gli altri autori dell’África negra, è dovuta al fatto che la Guinea è l’unico paese di lingua spagnola dell’Africa subsahariana e la sua letteratura è spesso studiata in chiave post-coloniale. Segue l’illustrazione di quei temi che accomunano le opere migranti spagnole: il viaggio, le radici, il mito del Paradiso europeo, la ricerca dell’identità. Ogni tema è discusso a partire da riferimenti e citazioni a opere migranti.Nel quarto e ultimo capitolo ho deciso di analizzare l’opera El últim patriarca dell’autrice marocchina Najat El Hachmi. A un breve riassunto della storia di El últim patriarca, segue l’analisi dell’opera le cui linee guida sono le seguenti: il tracollo della cultura patriarcale, la negazione dell’identità, il rapporto tra magia e religione, l’esplorazione della sessualità. Ho ritenuto interessante una breve riflessione sulle scelte linguistiche della scrittrice: una marocchina che collabora al rilancio della letteratura in catalano, lingua originale dell’opera.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I Spagna tra emigrazione e immigrazione L‟Europa ha europeizzato il globo, adesso i flussi migratori stanno globalizzando l‟ Europa . GNISCI 1.1. Cenni storici sull‟em igrazione-immigrazione in Spagna Il termine inmigración comparve per la prima volta nell‟undicesima edizione DRAE del 1829, ma è divenuto un vocabolo di uso comune solo di recente. Commenta lo scrittore José Maria Ridao: 1 “Menos de una década ha transcurrido desde que, en el lenguaje corriente de los españoles, el término inmigrante se impusiera al de emigrantes [...]. Al inclinarnos finalmente a el de inmigrante, los españoles nos instalamos de manera implícita en la perspectiva de quienes reciben extranjeros, renunciando entonces a la de quienes se ven forzados a abandonar su lugar de origen.” 2 1 José Maria Ridao. Scrittore e diplomatico spagnolo. Ha rivestito il ruolo di diplomatico in Angola, Francia, Russia, Guinea; è stato ambasciatore della Spagna presso l‟Unesco fino al 2006; attualmente collabora come giornalista con il País e l‟emittente radiofonica Cadena Ser 2 José Maria Ridao. “El cerco invisible”, El País, 22 luglio 2001

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

maghreb
migrazione
spagna
letteratura migrante
catalano
armando gnisci
najat el hachmi
literatura hispanomagrebí
literatura migracion
pascual moreno torregrosa
guillermina mekuy
mohamed el gheryb
saïd el kadaoui
kaoutar haik
literatura catalana
literatura migrante
migrant literature

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi