Skip to content

Le sfide future europee: implicazioni su crescita economica e convergenza regionale

Informazioni tesi

  Autore: Paolo D'Orazio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economiche
  Relatore: Ilario Favaretto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

Sebbene l’Unione Europea sia una delle aree più ricche del mondo, esistono fra le sue regioni forti disparità di reddito e di opportunità. La distribuzione della ricchezza non è omogenea né fra Stati membri, né all’interno degli stessi. Le regioni più ricche in termini di PIL pro capite (misura standard del benessere) sono tutte aree urbane: Londra, Bruxelles e Amburgo. Il paese più ricco, ovvero il Lussemburgo, lo è sette volte di più della Romania e della Bulgaria, i due paesi più poveri che hanno da poco fatto il loro ingresso nell'UE. La politica regionale rappresenta uno strumento di solidarietà finanziaria e una potente forza di coesione e integrazione economica. La solidarietà intende portare vantaggi concreti alle regioni meno favorite, mentre la coesione risponde al principio che la riduzione dei divari di reddito e di benessere esistenti tra le regioni europee sia un vantaggio per tutti i membri nel complesso, così come indicato dalle teorie economiche del commercio internazionale e dell’integrazione dei mercati. Le disparità regionali hanno cause diverse; possono dipendere da persistenti svantaggi imputabili alla lontananza geografica o da cambiamenti socio-economici più recenti, o ancora da una combinazione di questi fattori. Le situazioni di svantaggio si traducono spesso nell’arretratezza sociale, in un più alto tasso di disoccupazione e nell’inadeguatezza delle infrastrutture. L’impatto delle principali sfide future (globalizzazione, cambiamento demografico, climatico e sfida energetica), con le quali le economie europee verranno ad interagire nei prossimi anni, risulterà decisivo nell’ambito del processo di convergenza economica tra aree e per la possibilità dello sviluppo stesso, aspetti ancor più rilevanti se si considera l’aumento delle disparità in relazione all’allargamento dall’UE-15 all’UE-27. Anche se spesso dato per scontato, il mercato unico rappresenta una delle maggiori conquiste in sede di UE e ne rappresenta l’elemento portante, sebbene non abbia mai catturato l’immaginazione collettiva come è avvenuto invece con la moneta unica. Come ha osservato lo stesso Jacques Delors, ex presidente della Commissione europea e ideatore del progetto: “Non ci si può innamorare del mercato unico”. Nel contesto di crisi internazionale odierno, la sua funzione è di fondamentale importanza per la creazione dei presupposti per una crescita economica di lungo periodo e il riposizionamento dell’Europa nell’ambito globale, nonché per una migliore diffusione dei benefici su tutto il territorio europeo. Affinché la dimensione del mercato non sia fine a se stessa, la politica di coesione può in tal senso dare un importante contributo per il raggiungimento di uno sviluppo più bilanciato, riequilibrando le posizioni competitive delle economie regionali, in sintonia con gli obiettivi della strategia di Lisbona. Gli esempi dei Paesi della coesione mostrano che le politiche comunitarie hanno giocato un importante ruolo per dare impulso ad una crescita più autonoma e che permetta una maggiore convergenza, in particolare tenendo conto dei diversi punti di partenza delle aree particolari e dell’impatto delle problematiche future nella loro specificità geo-territoriale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 - L’ATT UALE SCENARIO EUROPEO TRA RISCHI E OPPORTUNITÀ 1.1 L’ATTUALE CONTESTO EUROPEO NELL’ECONOMIA GLOBALE Negli ultimi decenni abbiamo assistito a profondi cambiamenti in molti aspetti della nostra vita, dalla realtà sociale in cui tutti i giorni viviamo alla qualità stessa del nostro vivere, fino all’affermarsi di nuovi valori che ridisegnano sempre più la nostra esistenza e il nostro modo di comportarci. Tutto questo, traslato in ottica economica, è stato per buona parte il risultato di un cambiamento lento e complesso, che solo oggi mostra come la geografia economica del mondo stia per molti versi cambiando, con l’emergere di nuove potenze e il conseguente mutamento degli equilibri e dei rapporti di forza nell’ambito dell’economia mondiale. In seguito all’affacciarsi sulla scena mondiale di nuovi competitori-protagonisti, dai colossi asiatici (Cina e India in testa) alle maggiori e più dinamiche realtà dell'America latina, l’Europa si vede costretta a prendere piena coscienza dei profondi cambiamenti intervenuti, nonché delle linee di tendenza per il futuro, come presupposto per l’azione nel presente e il riposizionamento sullo scenario economico mondiale. Dopo circa cinquanta anni di positiva rincorsa nei confronti degli Stati Uniti, l’ultimo decennio in particolare è stato caratterizzato da una sensibile perdita di produttività e reddito: nel 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

unione europea
fondi strutturali ue
convergenza regionale
disparità regionali
sviluppo e sostenibilità
sfide europee
rischio regionale
politica coesione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi