Skip to content

L’abuso di informazioni privilegiate: la realtà italiana

Informazioni tesi

  Autore: Monica Mandelli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e legislazione d'impresa
  Relatore: Duccio Regoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 141

Questa tesi ha analizzato l'insider trading nella realtà italiana, focalizzandosi dapprima sull'evoluzione normativa e sull'importanza della definizione di informazione privilegiate e dopo sul reato e di ogni suo elemento.

Il presente lavoro vuole evidenziare l’importanza dell’art. 114 del TUF quale mezzo di tutela preventiva analizzando quali sono gli strumenti più efficaci per tale fine e quali invece risultano poco utili per creare trasparenza sul mercato.
Il summenzionato articolo non si occupa solo di individuare gli obblighi di comunicazione al pubblico, ma disciplina il legittimo ritardo nella diffusione delle informazioni al pubblico (comma 3) che viene utilizzato ogni qual volta si vuole far prevalere il diritto alla riservatezza dell’emittente quotato rispetto al diritto all’informazione del mercato; analizza gli obblighi a carico degli amministratori, dei sindaci e dei top managers che svolgono operazioni di compravendita sugli strumenti finanziari (c.d. internal dealing) delle società quotate in cui operano (comma 7). Infine, il summenzionato articolo regolamenta la pubblicazione degli studi, delle ricerche e delle raccomandazioni di investimento o di disinvestimento, che dovranno essere rappresentate in modo corretto al fine di evitare situazioni ingannevoli per il pubblico.
Si approfondirà la funzione preventiva dell’illecito di abuso di informazioni privilegiate attraverso lo strumento individuato dall’art. 115-bis del TUF dove si disciplina il registro delle persone che sono in possesso di informazioni privilegiate. Il presente registro permette un monitoraggio continuo delle informazioni privilegiate e un efficace controllo sui comportamenti degli insiders, inoltre viene utilizzato dalla Consob come mezzo per agevolare la fase di accertamento degli illeciti penali e amministrativi di abuso di informazioni privilegiate.
L’art. 115 del TUF, invece, regolamenta i poteri in mano alla Consob al fine di vigilare sulla correttezza delle informazioni fornite al pubblico, essa può richiedere agli emittenti quotati la comunicazione di notizie e documenti, può assumere notizie dagli amministratori, dai sindaci, dalle società di revisione e dai dirigenti delle società e può eseguire ispezioni. Ciò al fine di perseguire le sue funzioni di vigilanza e di controllo sul mercato finanziario.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione L’abuso di informazioni privilegiate, cosiddetto insider trading, può essere definito come l’attività di negoziazione di strumenti finanziari (trading) da parte di soggetti “collegati” alla struttura organizzativa dell’emittente in modo permanente od occasionale (insider) e perciò in grado di disporre di un vantaggio informativo riguardante tali strumenti finanziari. Nel momento in cui un soggetto utilizza informazioni riservate non ancora divulgate, speculando sugli strumenti finanziari e ottenendo un illecito vantaggio personale, viene anticipata la reazione del mercato che si verificherà solo nel momento in cui il pubblico conoscerà tale informazione. Di conseguenza, l’abuso di informazioni privilegiate porta ad inefficienze strutturali, allocative e valutative, che non permettono agli investitori di avere pari chances di ottenere un profitto dall’investimento iniziale; occorrerà quindi evitare che il mercato venga turbato da queste situazioni. Per evitare l’asimmetria informativa occorrerà creare un flusso di notizie costante e perpetuo tra emittente quotato e mercato reprimendo tale fenomeno con efficaci misure punitive. Il presente elaborato vuole evidenziare le ragioni che hanno portato il legislatore a disciplinare tale fenomeno facendo emergere la zona di confine fra lecito e illecito attraverso un’attenta analisi delle ipotesi contemplate all’interno dell’illecito penale. L’obiettivo è dimostrare che il legislatore ha creato un insieme di regole atte a tutelare il mercato e gli investitori, mirando all’efficienza e all’integrità del mercato attraverso una normativa uniforme con il dettato comunitario. Dobbiamo innanzitutto capire il ruolo del mercato finanziario all’interno dell’economia globale, evidenziando le conseguenze che gli abusi di mercato generano sullo stesso e il motivo che ha spinto il legislatore a tutelarlo. Il mercato mobiliare è quel luogo, oggi virtuale, in cui vengono convogliati i flussi finanziari che trasformano il capitale di risparmio in capitale di investimento. In questo modo vengono connessi due interessi diversi: il reperimento di disponibilità finanziarie da parte dell’impresa 1 e l’allocazione dei flussi monetari di risparmio 1 Una società può reperire risorse finanziarie tramite il credito bancario e altri canali più tradizionali, oppure attraverso il mercato mobiliare, nel momento in cui decide di quotarsi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

trading
diritto
insider trading
abuso
abuso di informazioni privilegiate
informazioni
insider
diritto dei mercati finanziari
privilegiate

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi