Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La propensione al fumo nella regione Veneto: un'analisi statistica con modelli state space

Studio comparato di statistica sul fenomeno del tabagismo in Italia. Il mercato delle sigarette viene studiato in diverse regioni italiane e i risultati sono confrontati tra loro. L'analisi è approffondita in dettaglio anche in base al sesso e all'età dei fumatori. La tecnica utilizzata prevede l'utilizzo di strumenti avanzati di tipo statistico ed econometrico come i modelli stocastici state space ed il filtro di Kalman. Vengono presentate delle proiezioni di tipo storico e se ne offre una stima e gli intervalli di confidenza.
Ampia parte del lavoro è inoltre dedicata alla introduzione e all'inquadramento del fenomeno del tabagismo dal punto di vista storico, ambientale, sanitario e legislativo sia a livello nazionale che mondiale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Ogni anno il tabagismo provoca nel mondo più di 5 milioni di morti, più di quanti ne vengano causati dagli incidenti stradali, dalle droghe, dagli omicidi, dai suicidi e dall’AIDS messi assieme. Una vera e pro- pria epidemia che ha provocato più di 100 milioni di morti nel ventesimo secolo e che, secondo le previsioni, ne provocherà un miliardo nel ventu- nesimo se non verrà fermata (Mackay e Eriksen, 2002). In Italia, al pari di tutti i Paesi sviluppati, l’abitudine al fumo costituisce la prima causa di morte evitabile e disabilità croniche, provocando ogni anno 80 mila vittime ed una spesa sanitaria di circa 5 miliardi di euro (Garattini e La Vecchia, 2002; Ministero della Salute, 2010). Si è resa quindi evidente la necessità di investire nella lotta al tabagismo attraverso un approccio in- tegrato, capace di coinvolgere sia attori pubblici che privati ed affiancato da un sistema di monitoraggio in grado di rappresentare le diverse realtà locali e permettere la tempestiva messa in atto di politiche adeguate a contrastare l’abitudine al fumo. In questo contesto si inserisce il sistema di sorveglianza sulla salute PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia). Avviato nell’Aprile 2007 per volere del Ministero della Salute, il compito del siste- ma di sorveglianza PASSI è quello di effettuare un monitoraggio continuo sulla popolazione italiana adulta per verificarne lo stato di salute, gli stili di vita ed i comportamenti a rischio come l’abitudine al fumo, col fine ultimo di costituire una propria base di dati in continua crescita e ag-

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Federico Sanson Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 664 click dal 13/09/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.