Skip to content

Il cervello e i sogni

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Miraglia
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Francesco  Ferretti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 40

Nel corso della storia umana il sogno è stato sempre considerato come un’esperienza soggettiva dal significato occulto, che ancora oggi necessita di un mediatore in grado di decifrarne il contenuto.
L’intento di questa tesi è quello di mostrare come l’attività onirica possa essere considerata un avvenimento trasparente e accessibile grazie ai progressi compiuti dalla moderna neurobiologia.
Il presente elaborato si articola su tre capitoli.
Il primo, di carattere prettamente storico, ripercorrerà l’evolversi della concezione del sogno dall’antichità fino al XIX secolo. In particolare, ci si soffermerà sulle differenti teorie metafisiche e psicologiche proposte nel corso dei secoli. In tal senso verranno prese in esame le prime testimonianze pervenuteci dai popoli mediorientali, presso i quali si riteneva che i sogni fossero connessi al mondo dell’aldilà, che rappresentassero delle rivelazioni di provenienza divina, che avessero funzioni predittive e premonitrici.
Successivamente saranno ripercorse le osservazioni sull’attività onirica dell’uomo poste in essere nei primi anni del XIX secolo, studi che si concentrarono su indagini di carattere prettamente fisiologico.
Si potrà constatare che sul finire del secolo, nonostante i positivi risultati ottenuti in questa direzione, le ricerche scientifiche furono soppiantate dallo straordinario successo della psicoanalisi di Sigmund Freud.
Nel secondo capitolo verrà esplicitata nello specifico la teoria dei sogni elaborata appunto dal padre della psicoanalisi in base alla quale si riteneva che il sogno fosse la via che conducesse alla graduale riflessione e cognizione dell’inconscio. Le coordinate freudiane evidenziavano come le rappresentazioni del sogno, non sono mai semplici e dirette; difatti, i desideri inconsci possono affiorare solo se resi irriconoscibili da processi di condensazione, capaci di fondere più elementi in un unico contenuto. Si vedrà che procedendo a ritroso nel corso del lavoro psicoanalitico, il sogno viene scomposto al fine di individuare sia il suo contenuto manifesto, sia il contenuto latente. L’attività onirica, pertanto, viene ad essere intesa come il risultato di un lavoro dell’inconscio che elabora i dati secondo una propria logica; il suo contenuto, secondo Freud, può farsi sempre risalire ad esperienze passate.
L’excursus sulla teoria freudiana, che chiaramente verrà trattata nello specifico all’interno del capitolo preposto, evidenzierà come la stessa, non essendo stata edificata su principi scientifici, venne dapprima revisionata dal medesimo Freud e poi confutata da diversi studiosi.
Su questa scia acquista un certo rilievo la teoria del sogno elaborata da Hobson. Il fulcro di tale concezione è da rinvenirsi in una serie di dati empirici miranti a certificare la validità di una teoria psicofisiologica secondo cui la struttura dei sogni sarebbe connessa all’attività cerebrale durante il sonno.
Nel terzo ed ultimo capitolo si riporteranno i principali risultati scientifici relativi alla riproduzione onirica: dalla scoperta del sonno REM al “Modello Attivazione-Sintesi” proposta da Hobson e McCarley sul finire degli anni Settanta. Su questo fronte verranno prese in considerazione le ricerche compiute da Aserinsky, Kleitman e Dement atte a dimostrare come le funzioni e i meccanismi del sogno siano strettamente legati al "sonno REM", differente dal sonno senza sogni, che è rilevabile in tutti i mammiferi.
In conclusione, utilizzando come una sorta di fili di Arianna ossia come strumenti guida Hobson, Jouvet, Aserinsky, Kleitman e Dement ci si propone di sostenere un percorso che dimostri che l’elaborazione delle informazioni nel sogno costituisce una delle funzioni del cervello, quindi strettamente fisiologica.
Ciò che altresì merita di essere sottolineato è che una simile asserzione troverebbe conferma nelle recenti scoperte neurobiologiche le quali, sotto molteplici aspetti, a torto o a ragione, sanciscono, senza riserva alcuna, una rilettura delle teorie di Freud, con una visione decisamente nuova rispetto alle posizioni del passato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Nel corso della storia umana il sogno è stato sempre considerato come un’esperienza soggettiva dal significato occulto, che ancora oggi necessita di un mediatore in grado di decifrarne il contenuto. L’intento di questa tesi è quello di mostrare come l’attività onirica possa essere considerata un avvenimento trasparente e accessibile grazie ai progressi compiuti dalla moderna neurobiologia. Il presente elaborato si articola su tre capitoli. Il primo, di carattere prettamente storico, ripercorrerà l’evolversi della concezione del sogno dall’antichità fino al XIX secolo. In particolare, ci si soffermerà sulle differenti teorie metafisiche e psicologiche proposte nel corso dei secoli. In tal senso verranno prese in esame le prime testimonianze pervenuteci dai popoli mediorientali, presso i quali si riteneva che i sogni fossero connessi al mondo dell’aldilà, che rappresentassero delle rivelazioni di provenienza divina, che avessero funzioni predittive e premonitrici. Successivamente saranno ripercorse le osservazioni sull’attività onirica dell’uomo poste in essere nei primi anni del XIX secolo, studi che si concentrarono su indagini di carattere prettamente fisiologico. Si potrà constatare che sul finire del secolo, nonostante i positivi risultati ottenuti in questa direzione, le ricerche scientifiche furono soppiantate dallo straordinario successo della psicoanalisi di Sigmund Freud. Nel secondo capitolo verrà esplicitata nello specifico la teoria dei sogni elaborata appunto dal padre della psicoanalisi in base alla quale si riteneva che il sogno fosse la via che conducesse alla graduale riflessione e cognizione dell'inconscio. Le coordinate freudiane evidenziavano come le rappresentazioni del sogno, non sono mai semplici e dirette; difatti, i desideri 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

freud
cervello
sogno
wundt
jouvet
interpretazione dei sogni
hobson
elettroencefalogramma, eeg
rem
mccarley
aserinsky
kleitman
dement
johannes müller
hermann von helmholtz
wilhelm wundt
teorie psicofisiche
fisiologia moderna
maury
psicoanalisi elettroencefalogramma
elettro-oculogramma, eog
es super io io
attività onirica
simbolismo onirico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi