Skip to content

Ruolo della pubblica amministrazione nello sviluppo locale

Informazioni tesi

  Autore: Vincenzo Iavazzo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Management
  Relatore: Silvio Tirelli Amedeo Lepore
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 109

La presente tesi nasce con il fine di analizzare quello che è il ruolo della Pubblica Amministrazione nello sviluppo locale. Quest’ultima, detiene una posizione centrale nell’ambito del sistema sociale ed economico in quanto governa:
- La disciplina in materia di pianificazione e sviluppo del territorio;
- La disciplina della qualificazione delle risorse umane;
- Le risorse finanziare destinate ai diversi ambiti locali
Il seguente lavoro è strutturato in quattro parti. Nella prima parte, analizzeremo l’evoluzione dell’amministrazione pubblica italiana. In particolare partendo da una prima definizione dell’ amministrazione pubblica nell’ordinamento italiano, e degli aspetti burocratici che la compongono, definiremo i mutamenti normativi che si sono susseguiti a partire dagli anni novanta, che hanno portato ad un rinnovamento sostanziale della pubblica amministrazione e dei suoi principi-guida. Analizzeremo i nuovi modelli organizzativi della pubblica amministrazione, più flessibili e improntati su una “razionalità di tipo produttivo, incentrata sull’efficienza, efficacia e responsabilità”,tenuto conto degli elementi innovativi rispetto al passato dei provvedimenti di riforma delle strutture amministrative. Infine si è cercato di comprendere quelli che sono stati i mutamenti normativi che hanno portato alla formazione di una nuova tipologia d’amministrazione,cioè di risultato. Nella seconda parte analizzeremo il ruolo della pubblica amministrazione nello sviluppo locale. Definiremo i nuovi termini di sviluppo territoriali attuabili dalla pubblica amministrazione, in una dimensione locale non più associabile ad orientamenti culturali tradizionali, ma come insieme di caratteristiche specifiche necessarie per lo sviluppo della stessa. Definiremo il concetto di governance territoriale necessario in quanto le pubbliche amministrazioni hanno negli ultimi anni optato per soluzioni sempre più basate sul più ampio coinvolgimento degli attori locali (istituzionali e non), tenuto conto dei cambiamenti dovuti dal necessario passaggio dal governament alla governance, e dal metodo della concertazione di cui si avvale la governance. Infine si analizzeranno i principi di trasparenza e semplificazione amministrativa, considerati fondamentali in un’ottica evolutiva della pubblica amministrazione, in relazione alla maggior trasparenza dell’operato amministrativo e miglior gestione della complessità organizzativa interna ed esterna, ma soprattutto per quanto concerne lo sviluppo locale di riferimento. Nella terza parte andremo ad analizzare quelli che sono i possibili strumenti utilizzabili dalla pubblica amministrazione per un efficace ed efficiente sviluppo locale. In particolare partiremo analizzando il ruolo e la gestione del personale pubblico, entreremo poi più nello specifico,descrivendo quelli che sono gli strumenti concreti utilizzabili dalla pubblica amministrazione per lo sviluppo locale, quali: la programmazione negoziata e i relativi strumenti (l’intesa istituzionale di programma,il contratto di programma, analizzeremo il contratto d’area, infine definiremo l’istituto del patto territoriale. Cercheremo poi di definire un altro strumento utile alla pubblica amministrazione per lo sviluppo locale, e cioè il project financing, logica originale attraverso la quale si procede alla valutazione e realizzazione di progetti d’investimento definendo anche il partenariato pubblico privato, strumento utilizzato quando per un’opera pubblica, la progettazione, la realizzazione, la gestione ed il finanziamento vengono affidati al settore privato. Infine termineremo il lavoro rifacendoci ad un caso concreto di attuazione degli strumenti amministrativi per lo sviluppo locale, prendendo in esame l’attuazione dei patti territoriali nella zona Nord- Est di Napoli, in particolare nel comune di Acerra. Partiremo dall’analisi delle condizioni che hanno portato all’attuazione di tale strumento, quelli che sono gli attori coinvolti e gli aspetti economico- sociali che li riguardano. Cercheremo di capire il ruolo della pubblica amministrazione a tutela degli interessi pubblici e privati coinvolti, ed in riferimento alla gestione del piano di azione e dell’attuazione degli interventi, mettendo in evidenza la differenza tra il prima e dopo il patto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La presente tesi nasce con il fine di analizzare quello che è il ruolo della Pubblica Amministrazione nello sviluppo locale, data l’importanza di quest’ultima al pari di ogni altro soggetto che abbia rilevanza, sul processo di riproduzione della vita sociale ed economica. In particolare essa è chiamata a soddisfare specifiche esigenze quali: garantire servizi efficienti ai cittadini, gestire efficacemente i propri apparati amministrativi, essere registro dello sviluppo locale del proprio territorio. La pubblica amministrazione, detiene una posizione centrale nell’ambito del sistema sociale ed economico in quanto governa:  La disciplina in materia di pianificazione e sviluppo del territorio;  La disciplina della qualificazione delle risorse umane;  Le risorse finanziare destinate ai diversi ambiti locali Il seguente lavoro è strutturato in quattro parti. Nella prima parte, analizzeremo l’evoluzione dell’amministrazione pubblica italiana. In particolare partendo da una prima definizione dell’ amministrazione pubblica nell’ordinamento italiano, e degli aspetti burocratici che la compongono, definiremo i mutamenti normativi che si sono susseguiti a partire dagli anni novanta, che hanno portato ad un rinnovamento sostanziale della pubblica amministrazione e dei suoi principi-guida. Analizzeremo i nuovi modelli organizzativi della pubblica amministrazione, più flessibili e improntati su una “razionalità di tipo produttivo, incentrata sull’efficienza, efficacia e responsabilità”,tenuto conto degli elementi innovativi rispetto al passato dei provvedimenti di riforma delle strutture amministrative. Infine si è cercato di comprendere quelli che sono stati i mutamenti normativi che hanno portato alla formazione di una nuova tipologia d’amministrazione,cioè di risultato. L’adozione di modalità gestionali improntate alla logica della pianificazione, dell’adeguatezza delle risorse impiegate rispetto all’obiettivo da perseguire e alla verifica dell’attuazione o meno del risultato, sono divenuti, in questo senso, strumenti di garanzia di realizzazione del “bene pubblico”, secondo un’accezione che non si limita a richiamare l’idea di patrimonio pubblico, ma che riconduce al concetto di interesse del cittadino all’erogazione dei servizi pubblici. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi