Skip to content

Il ruolo dell'adulto nel gioco secondo Maria Montessori

Informazioni tesi

  Autore: Carola Cattaneo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze dell'Educazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Francesca Antonacci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 89

Il lavoro di tesi è diviso in tre capitoli. Il primo è introduttivo della figura di Maria Montessori: la biografia a cui si fa riferimento è quella raccolta da Grazia Honegger Fresco, sua allieva, co-direttrice de Il Quaderno Montessori, membro dei Direttivi della Cooperativa Sociale "Percorsi per Crescere" Onlus di Varese, di AMITE (Associazione Montessori Italia Europa) e del Centro Nascita Montessori di Roma, nonché autrice di numerosi libri per genitori ed educatori e vincitrice del "Premio Unicef dalla parte dei bambini" nel 2008. Nel secondo capitolo si approfondiscono i concetti chiave della pedagogia montessoriana, soffermandosi in particolare sulla figura dell'adulto come mediatore tra il bambino e l’ambiente e sulla strutturazione di quest’ultimo in modo che dia la possibilità al bambino di scegliere e di sperimentare in sicurezza. Per concludere sono stati inseriti i pregiudizi e le critiche al metodo da parte degli autori del suo tempo. Il terzo capitolo rappresenta la testimonianza dell'applicazione di alcuni dei principi del metodo montessoriano ai nidi comunali di Bergamo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA Nel 2007 è stato commemorato, in più paesi del mondo, il centenario dell'apertura a Roma della prima Casa dei Bambini: a Parigi, con una cerimonia solenne alla Sorbona nell'aula Richelieu, dove la stessa Montessori aveva tenuto conferenza nel 1936; a Stoccolma, dove molti docenti universitari svedesi si sono incontrati con colleghi di altre città europee; a Roma, dove il Centro Nascita Montessori 1 ha organizzato una cerimonia per celebrare l'impegno della pedagogista nei confronti dei bambini e in cui l’allora Ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni l’ha così ricordata: "La scuola italiana ha un grande debito di riconoscenza nei confronti di Maria Montessori, esemplare figura di educatore che ha precorso i tempi ed ha avuto il coraggio di avviare un progetto pedagogico innovativo, basato sulla centralità dell'alunno e sull'idea del bambino come persona completa". 2 Paolo Fellai scrive: "La Casa dei bambini al civico 58 di via dei Marsi è ancora lì, a testimoniare un secolo di amore e di rispetto nei confronti dell'infanzia". 3 Durante l’inaugurazione della prima Casa dei Bambini di Milano, avvenuta il 18 ottobre 1908, Maria Montessori disse che i piccoli seduti nei banchi erano "come farfallette sugli spilli" e che la scuola tradizionale "è un esilio che insegna ai bambini a vivere nel mondo degli adulti senza dare fastidio". 4 In opposizione a questa concezione, il suo metodo è stato definito "la rivoluzione copernicana in pedagogia". Il lavoro di tesi è diviso in tre capitoli. Il primo è introduttivo della figura di Maria Montessori: la biografia a cui si fa riferimento è quella raccolta da Grazia Honegger 1 Nell’inverno 1957/58 Adele Costa Gnocchi (Montefalco 1883-1967) allieva diretta di Maria Montessori avviò un centro di consulenza per genitori. Il Centro Nascita Montessori è stato costituito come ente autonomo con personalità giuridica a Roma nel giugno 1961, nel duplice intento di acquisire nuove e approfondite conoscenze sulla gravidanza e sul bambino dei primi mesi e di sensibilizzare ostetrici, ostetriche, ginecologi, pediatri, puericultrici, genitori al rispetto del bambino fin dai primi momenti di vita, al riconoscimento della sua sensibilità, delle sue competenze e delle sue capacità comunicative. 2 "Cento anni fa il primo asilo Montessori", La Repubblica, 6 Gennaio 2007. 3 Fallai P., "Quando per i bambini si aprì la prima «casa»", Corriere della Sera, 4 Gennaio 2007. 4 Ghezzi M., "1908, rivoluzione Montessori a Milano", Corriere della Sera, 18 Ottobre 2008.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

educazione
metodo montessori
maria montessori
pedagogia montessoriana

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi