Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Eroine Leggendarie Cinesi: uno Sguardo su Mulan

In questa tesi viene analizzata la figura di Mulan nella letteratura e nell'iconografia con un'introduzione alle eroine leggendarie cinesi.
Nella ricerca sul personaggio di Mulan si è cercato di tracciare la sua figura nel corso del tempo partendo da un quadro generale delle eroine leggendarie cinesi, fino ad analizzare la sua immagine nella varie versioni letterarie e nell’iconografia. Nonostante si sia parlato dei testi scritti, anche la tradizione orale ha contribuito a tramandare la leggenda di generazione in generazione. Infatti, fin dalla prima diffusione della ballata popolare, alle varie interpretazioni del racconto, dalle performance teatrali o altri generi orali fino ad arrivare ai libri illustrati per bambini, l’impatto orale è stato cruciale per la continuità e lo sviluppo della storia di Mulan. Le numerose rappresentazioni in letteratura sono dei ritratti importanti per la lunga evoluzione della sua storia. Nel corso dei secoli il suo racconto è divenuto un veicolo per il trasporto e la formazione delle tradizioni culturali.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Nella ricca tradizione cinese di racconti e leggende nate secoli fa e sopravvissute fino ad oggi, la storia di Mulan è una delle più famose, nonostante la totale mancanza di quegli elementi ad effetto che di solito rendono popolari i racconti, come gli interventi soprannaturali. La leggenda di Mulan appare in Cina fra il quarto e il sesto secolo e oggi è conosciuta in tutto il mondo. Nonostante sia stata modificata più volte nel corso dei secoli, alcuni elementi di base sono rimasti constanti nelle sue innumerevoli variazioni: una giovane donna prende il posto del padre ormai troppo anziano per arruolarsi in guerra, serve la patria valorosamente travestendosi da uomo e torna a casa riprendendo la sua vita di donna. Probabilmente di origine non Han, la storia di Mulan è diventata parte della letteratura classica cinese. Il primo resoconto scritto è comunemente conosciuto come una ballata popolare anonima. Scritta durante le Dinastie del Nord, la storia è stata raccolta in un’antologia di liriche, canzoni popolari e poemi intitolata Raccolta di Poesie Yuefu (Yuefu shiji 樂府史) nel tredicesimo secolo. La Ballata è un poema narrativo che descrive Mulan come una figlia coraggiosa che sostituisce il padre, richiamato alle armi dalla corte imperiale, travestendosi da uomo e combattendo nell’esercito. Dopo anni passati sul campo di battaglia, Mulan rifiuta una carica ufficiale conferitale dall’imperatore in modo da poter tornare a casa e riprendere la sua vecchia vita. Dopo essersi riunita con la famiglia e aver indossato di nuovo abiti femminili, si presenta ai suoi compagni, i quali rimangono sbalorditi venendo a conoscenza del suo segreto. Si affrettano a dimostrarle rispetto e la applaudono per il suo coraggio. La Ballata non spiega le vicende della famiglia di Mulan, né le sue performance militari, né la sua vita personale prima della partenza e dopo il suo ritorno a casa. Ciò lascia ai lettori e agli scrittori una grande opportunità di immaginazione, anche il ritratto abbozzato dell’eroina permette varie interpretazioni del personaggio e del suo carattere. Fin dalla prima composizione della Ballata, la storia di Mulan è stata riadattata, raccontata più volte nella letteratura cinese, nelle rappresentazioni teatrali e dal secolo scorso perfino al cinema. Tutte queste fonti hanno contribuito a

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Arfaioli Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3900 click dal 10/07/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.