Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Quando la lingua è cultura. Analisi traduttiva degli aspetti linguistici e culturali nel doppiaggio spagnolo del film "Benvenuti al Sud"

L’attività della traduzione è una delle più antiche, che esiste sin dal “dopo Babele”, ma lo stesso non si può dire dello studio di questa attività. La disciplina che si occupa del problema della traduzione è infatti relativamente moderna. Il principale problema è che ha da sempre sofferto, in parte ne soffre tutt’oggi, di un ruolo marginale rispetto alle altre discipline. Inoltre è opinione comune considerare la traduzione un testo che riproduce fedelmente, se non in maniera identica il testo originale. Ma, come noteremo nel corso di questo lavoro, la traduzione non è una semplice attività di “rewriting” da una lingua all’altra, ma racchiude in sé numerose scelte e problematiche legate al contesto e alla cultura.
La presente tesi verte principalmente sul raffronto e sull’analisi linguistica della traduzione spagnola del doppiaggio del film italiano Benvenuti al Sud, con l’intento di verificarne l’adeguatezza con l’opera originale, e in particolar modo analizzare le scelte traduttive adoperate nelle scene di dialetto e in quelle in cui quest’ultimo è fonte di misunderstanding.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 INTRODUZIONE L’attività della traduzione è una delle più antiche, che esiste sin dal “dopo Babele”, ma lo stesso non si può dire dello studio di questa attività. La disciplina che si occupa del problema della traduzione è infatti relativamente moderna. Il principale problema è che ha da sempre sofferto, in parte ne soffre tutt’oggi, di un ruolo marginale rispetto alle altre discipline. Inoltre è opinione comune considerare la traduzione un testo che riproduce fedelmente, se non in maniera identica il testo originale. Ma, come noteremo nel corso di questo lavoro, la traduzione non è una semplice attività di “rewriting” da una lingua all’altra, ma racchiude in sé numerose scelte e problematiche legate al contesto e alla cultura. La presente tesi verte principalmente sul raffronto e sull’analisi linguistica della traduzione spagnola del doppiaggio del film italiano Benvenuti al Sud, con l’intento di verificarne l’adeguatezza con l’opera originale, e in particolar modo analizzare le scelte traduttive adoperate nelle scene di dialetto e in quelle in cui quest’ultimo è fonte di misunderstanding. Partendo da questa base, il lavoro è stato diviso in diversi capitoli. Nel primo capitolo si espone il concetto di traduzione e la sua storia, attraverso un excursus storico fino ad arrivare a i giorni nostri e alla traduzione audiovisiva. Si espongono le diverse tecniche presenti sul mercato, con particolare attenzione al doppiaggio, fulcro del presente lavoro. Si conclude il capitolo con una comparazione tra doppiaggio e sottotitolazione, elencandone pregi e difetti di entrambe le tecniche Il secondo capitolo verte sulla lingua e le sue varietà, poiché oggetto principale di analisi insieme alla cultura. Ci si soffermerà sulla varietà diatopica, principalmente sui dialetti, ed in particolare su quello napoletano e milanese. Si concluderà il capitolo con le problematiche di traduzione legate alle varietà linguistiche. Nel terzo capitolo si prosegue con l’approfondimento della tecnica del doppiaggio relazionandola con l’importanza del referente culturale nella traduzione. Inoltre, si tiene in considerazione il ruolo svolto dal traduttore, il quale deve essere

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Carla Moscariello Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7027 click dal 22/10/2013.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.