Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Utilizzo della LMA/ILMA nel soccorso territoriale. Gestione infermieristica delle vie aeree. L'esperienza del 118 di Cagliari

Da diversi anni,gli studi sull’ intubazione non invasiva, erano finalizzati alla ricerca di un sistema che permettesse un accesso alle vie aeree più sicuro della maschera facciale e meno invasivo del tubo endotracheale. L'Introduzione della LMA alla fine degli anni 80, ha segnato una nuova era nella gestione delle vie aeree, tale dispositivo può essere utilizzato sia come dispositivo ventilatorio ,sia per l’intubazione delle vie aeree, diventando parte integrante di ogni algoritmo difficile delle vie aeree .Per tale motivo è stato elaborato uno studio attraverso una revisione della letteratura e una ricerca sul campo in tutta Italia sull’utilizzo della LMA/ILMA nel soccorso territoriale.
Il fine della revisione è stato quello di dimostrare le evidenze scientifiche sull’utilizzo della LMA. Includendo nello studio pazienti in età pediatrica e adulta, durante la rianimazione cardiocircolatoria, interventi di chirurgia elettiva, in situazioni di emergenza e di routine si è valutato la facilità di utilizzo, la velocità di inserimento le complicazioni e vantaggi.
Lo studio sul campo è stato condotto in 103 centrali operative nel territorio nazionale, attraverso intervista telefonica. Ha avuto come scopo quello di verificare se effettivamente in Italia si utilizza la LMA/ILMA e il loro utilizzo da parte degli infermieri e medici nell’emergenza territoriale. Si è verificato se gli infermieri hanno seguito un corso di formazione avanzato per potere intubare. Attuando un indagine comparativa sull’utilizzo della LMA/ILMA nel Nord/Centro e Mezzogiorno.
Dal mio studio conclusivo ,dato sia dalla revisione della letteratura che dall’indagine sul campo ,è risultato una positiva valutazione globale della LMA e della ILMA per la gestione delle vie aeree nell’intra ed extra-ospedaliero. Lo studio svolto in tutta Italia mette in evidenza ancora la poco dimestichezza del personale infermieristico con la LMA/ILMA e la significativa disomogeneità che vige su tutto il territorio nazionale per quando riguarda il loro utilizzo. Rispecchiando quanto citato sulla revisione della letteratura la LMA e ILMA richiedono un percorso formativo avanzato ed una certa manualità per il rispettivo utilizzo da parte dell’infermiere.
Parole chiave :laryngeal mask airway ;resuscitation,emergency airway management; intubating laryngeal mask airway.;intubation,intratracheal/adverse effects; out-of-Hospital Cardiac Arrest

Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO 1 : LA MASCHERA LARINGEA 1.1. Cos’è la maschera laringea La maschera laringea (LMA ossia Laringeal mask airway) è un dispositivo per la gestione delle vie aeree sopraglottiche, inventata nel 1981 dall' anestesista britannico Dott. Archie Brain . La sua commercializzazione avvenne nel 1988. Inizialmente progettata per l'uso in sala operatoria come metodo di ventilazione elettiva, può essere considerata una buona alternativa alla BVM ( Bag Valve Mask), in quanto libera le mani dell'operatore sanitario con il vantaggio di ridurre la distensione gastrica. Principalmente utilizzata in sala operatoria, la LMA è più recentemente entrata in uso in situazioni di emergenza come dispositivo importante per la gestione delle vie aeree difficili. La LMA sull'estremità prossimale ha la forma di un grande tubo endotracheale che decorre lungo la faringe e bocca la quale si connette a una maschera gonfiabile ellittica sull'estremità distale. Il tutto raccordato ad un sistema idoneo a sostenere la ventilazione artificiale. È stato progettato per adattarsi ai contorni dell'ipofaringe del paziente e coprire le strutture sopraglottidee, consentendo in tal modo l'isolamento relativo della trachea. La LMA è un buon dispositivo per le vie respiratorie e può essere utilizzato in diversi ambienti (contesti): in sala operatoria, in stati di emergenza, nell'extra-ospedaliero; in quanto, è facile da usare e veloce da posizionare, anche per l'operatore inesperto. Ha un tasso di successo pari al 100% circa nella sala operatoria, anche se questo potrebbe essere inferiore nel contesto di emergenza. Il suo uso comporta una distensione gastrica inferiore rispetto a quella che può provocare il BVM ( Bag Valve Mask). La LMA riduce ma non elimina il rischio di aspirazione. Questo può essere

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Romina Mannia Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5605 click dal 12/12/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.