Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione aumentativa ed alternativa (CAA): una risorsa negli sviluppi atipici

Questo lavoro di tesi intende valorizzare l'importanza della comunicazione aumentativa ed alternativa come strategia e valida risorsa negli sviluppi atipici. Vi sono 4 capitoli nei quali è descritta dettagliatamente tale tecnica oltre che sono presentate le modalità di impiego in campo riabilitativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Comunicazione è la possibilità degli individui di interagire scambiando informazioni secondo un codice comune. Non è una semplice procedura che permette un passaggio di informazioni e contenuti, essa è anche interazione, relazione tra gli individui, nella quale entrano in gioco emozioni, comportamenti e gesti. La nostra società privilegia il linguaggio orale e scritto quale strumento principale per comunicare. Il linguaggio orale, in particolare è lo strumento di comunicazione per eccellenza e consente la trasmissione di significati tra uomini , in quanto attraverso tale facoltà si esprimono conoscenze, sentimenti, bisogni e pensieri (Militerni, 2001). Per diventare “qualcuno” occorre avere esperienza di sØ attraverso l’interazione con altre persone. Ma gli individui che non hanno mai avuto l’uso della parola o che momentaneamente ne sono privi o che hanno notevoli difficoltà ad usare questo tipo di linguaggio come comunicano? Come possono entrare in contatto con l’altro ed esprimere “Ogni persona indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare,mediante la comunicazione, le condizioni della sua vita” (Carta dei diritti alla comunicazione).

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessandra Iuliano Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8799 click dal 21/02/2014.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.