Proposte didattiche per l'insegnamento della matematica in età adulta

L'elaborato segna la conclusione di quattro proficui mesi di studio e ricerca all'interno del Percorso abilitante speciale (PAS).
Alla richiesta di dare prova scritta del coordinamento tra la professionalità pregressa dello scrivente e gli insegnamenti ricevuti, abbiamo deciso di elaborare un percorso che tratta vari argomenti afferenti alla classe di insegnamento A059 (Scienze matematiche, chimiche, fisiche e naturali nella scuola secondaria di primo grado).
L'argomento chiave, trattato nella parte prima, è quello dell'alfabetizzazione matematica di soggetti in età adulta.
La proposta didattica sviluppata prende le mosse dall'idea di frazione e dai suoi differenti usi che spaziano dall'operazione della divisione, al calcolo delle probabilità; dall'uso per calcolare sconti sul prezzo di merci, al calcolo degli interessi bancari e così via.
Le frazioni, anche sotto "mentite spoglie", si incontrano pressoché dappertutto: quando lavoriamo o facciamo compere; quando leggiamo una rivista oppure ci informiamo sui risultati di una elezione politica; quando decidiamo di acquistare dei titoli di stato o di convertire valuta estera in euro.
Trattare l'argomento delle frazioni nei programmi di alfabetizzazione matematica degli adulti è quindi importante per fornire ai discenti strumenti matematici immediatamente operativi per risolvere i problemi e gestire le "faccende" di tutti i giorni.
Le frazioni sono però anche un ponte tra la "matematica del quotidiano" e una matematica più concettuale che è fonte di alcune abilità del pensiero: il ragionamento astratto e logico-deduttivo; la capacità di definire i concetti in maniera rigorosa e di risolvere problemi; la capacità di fare dimostrazioni nel contempo creative e rigorose.
Quest'ultima è forse una matematica non immediatamente operativa, non pratica o concreta per l'utilizzo al supermercato o al lavoro, ma alla quale anche gli adulti culturalmente più fragili hanno il diritto di provare almeno ad accostarsi.

La seconda parte dell'elaborato infine presenta un percorso di relazioni stese durante il percorso abilitante. Il tema conduttore di tali scritti è il metodo scientifico che sarà approfondito nelle relazioni degli insegnamenti didattica della geologia, didattica della chimica e tecniche di laboratorio.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Ogni sistema scolastico è definito da un certo assetto organizzativo che, a dispetto della usuale configurazione burocratica, non è stabile ma in continua, se pur lenta, evoluzione. Almeno in parte, i cambiamenti sono da imputare a una reciproca influenza tra due tipologie di operatori del sistema scuola: a) i teorici di scienze dell’educazione (docenti universitari, ricercatori, cultori della disciplina ecc.); b) i professionisti che operano all’interno della scuola (insegnanti, educatori, formatori ecc.). I teorici delle scienze dell’educazione, tramite le pubblicazioni su riviste specializzate o gli interventi in conferenze o corsi di formazione e così via, trasferiscono agli insegnanti la propria visione di scuola. In tal modo orientano gli interventi e le azioni di questi professionisti sul campo. Dall’altro lato la formazione, l’evoluzione o l’elaborazione delle teorie sull’educazione trova alimento incessante nella raccolta, studio, generalizzazione e diffusione delle cosiddette best practices (metodi e procedure rivelatesi più efficaci), in ambito formativo ed educativo, che emergono dal corpo docente (Rebora 2001, con modifiche). In uno schema ideale (Figura 1), ogni elemento del corpo docente ed educativo dunque modella criticamente il proprio lavoro alla luce dello stato dell’arte delle scienze dell’educazione; nel contempo le migliori pratiche emerse dalle attività del corpo docente sono linfa vitale per il lavoro dei teorici e l’evoluzione dello stato delle conoscenze. Tale circolo virtuoso naturalmente influenzerà (ed è influenzato da) i principali stakeholder della scuola (ne elenchiamo alcuni, ma non in ordine di importanza: pubblica amministrazione, case editrici, sindacati, istituti di valutazione, università, associazioni di cittadini ecc.) per un percorso di cambiamento che prima o poi influenzerà le trasformazioni del sistema scolastico nel suo complesso.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Antonio Sortino Contatta »

Composta da 36 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1497 click dal 29/07/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.