Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Itinerario turistico nella Britannia orientale e sud-orientale

Excursus sui monumenti ed edifici di epoca romana ubicati nella Britannia orientale e sud-orientale; il tutto corredato di un capitolo sulle popolazioni indigene e i rapporti intrattenuti con il mondo romano, l'economia prevalente e i connotati linguistici derivati dalla conquista.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L’obiettivo della mia tesi è illustrare la Romanitas della Britannia sud-orientale attraverso un itinerario turistico articolato in più livelli. Dal punto di vista storico- artistico ho proposto una panoramica di diversi monumenti e testimonianze archeologiche sparse per l’isola. Partendo dall’Essex e passando per le diverse contee, ho quindi passato in rassegna quegli edifici che hanno funto da punti focali per la propagazione degli ideali romani, come il tempio di Claudio a Colchester o il palazzo reale a Fishbourne. Particolare attenzione è stata riservata alla contea del Kent, centro di alcuni tra i più significativi ed emblematici monumenti, come il Pharos a Dover o i resti dell’arco trionfale di Richborough, vero e proprio simbolo della conquista. Nella seconda sezione, ho discusso i vari aspetti economico - commerciali che hanno funto da mediatori per la propagazione di modelli romani. A tal fine, ho cercato di dimostrare come l’adeguamento allo stile di vita romano fosse ottenuto mediante l’importazione di merci di lusso, provenienti da varie parti dell’impero. Prendendo in esame i prodotti transitati lungo il canale della Manica mi sono, in particolar modo, soffermata sull’industria ceramica, vero emblema della romanitas in Britannia. Il punto di partenza è stato, in tal senso, l’analisi della ceramica di Samo. Attraverso alcuni esemplari ritrovati a Londra, ho proposto una nuova interpretazione della funzionalità di tali manufatti, aventi oltre a uno scopo ornamentale, un più preciso intento mediatico - propagandistico. La trattazione successiva si è basata sull’analisi altri tipi di ceramica come la terra sigillata africana e le anfore, entrambe adibite al trasporto di sostanze alimentari. Di

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Loredana Macrì Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 430 click dal 07/01/2015.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.