Skip to content

Geografia dello sviluppo economico dell’Unione Europea a scala regionale dopo la crisi del 2008

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe De Rosa
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Dipartimento di Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche dell’Europa e Strategie di Sviluppo
  Relatore: Vittorio Amato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 118

L'Unione Europea non è soltanto un organo politico sovranazionale, ma al contempo è un è un fulcro promiscuo di territori, popoli, culture e lingue. L' obiettivo di questa tesi è dimostrare che l'Unione Europea racchiude forse l’insieme delle regioni più ricco del mondo ma, come si evince dal secondo capitolo, coesistono grandi disparità territoriali tra differenti Stati membri, nei singoli Stati membri, e persino all’interno di una stessa regione. Il paese più ricco, il Lussemburgo, è più di sette volte più ricco di Romania e Bulgaria, i membri meno ricchi dell'Unione europea. La politica regionale dell'UE esprime direttamente la solidarietà con i paesi e le regioni meno sviluppate. L'obiettivo è quello di ridurre le disparità economiche, sociali e territoriali significative che contraddistinguono le regioni d'Europa. L'Europa si trova ad affrontare un'ardua sfida: deve uscire da una profonda crisi e ridurre la disoccupazione e la povertà e nel contempo realizzare la transizione verso un'economia caratterizzata da basse emissioni di carbonio. Un obiettivo così ambizioso richiede che s'intervenga rapidamente in numerosi campi, ed è per questo motivo che il Consiglio Europeo ha adottato la strategia Europa 2020. La mia tesi prova a ragionare su come cambierà il multiscalare contesto geo-economico dell’Unione Europea negli anni avvenire, senza mai allontanarci da quello che sono i tre principi cardine di questa tesi: resilienza, sviluppo e policentrismo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 1. Crisi economica e Resilienza 1.1 Resilienza: Definizione e Concetto Seguendo la scia dello studio dell’economia regionale operata dagli economisti menzionati pagine addietro, è opportuno ai fini di questo capitolo fare un salto in avanti fino a nostri giorni per localizzare la dimensione spaziale delle teorie dello sviluppo economico esposte nell'introduzione di questa mia tesi ed estenderle verso il più ampio e, allo stesso tempo, circoscritto contesto dell'Unione Europea. La mia intenzione è di partire da questi presupposti per operare un approfondimento geografico sulla tendenza delle regioni europee, classificate secondo i parametri NUTS 2 e NUTS 3, ad affrontare gli effetti dello shock economico del 2007. A questo proposito è necessario introdurre l'idea di "Resilienza regionale". Negli ultimi anni, la parola “resilienza” è entrata a far parte del vocabolario terminologico applicato allo studio dell’economia regionale e geografia economica. Il termine “resilienza” deriva dal latino “resilire”, che indica il verbo saltare (indietro), o rimbalzare. In realtà, il significato originario di “resilienza” appartiene ai fondamenti delle scienze ingegneristiche: è, infatti, la proprietà fisica di una materiale di ripristinare la propria forma o posizione originale a seguito di una deformazione esercitata non oltre i suoi limiti elastici. Viene impiegata anche in campo economico e in molte altre discipline. In economia regionale, la resilienza non è altro che la capacità di una regione di anticipare e rispondere agli effetti causati da uno shock economico e ritornare a crescere in seguito. In realtà, la vastissima letteratura in materia riporta numerose definizioni del termine “resilienza”. Una definizione convincente è “la capacità di una regione di recuperare con successo dopo uno shock, riprendendo il suo percorso di crescita 5 (the ability of a region to recover successfully from shocks to its economy that either throw it off its growth path or have the potential to throw it off its growth path). 5 Hill Edward W., Wial Howard., Wolman Harold, Exploring Regional Economic Resilience, University of California, Institute of Urban and Regional Development, Working Paper, 2008, p. 4. .

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

politica regionale
competitività
resilienza
europa 2020
effetti della crisi
policentrismo
utrecht
rci
indice di competitività regionale
europa policentrica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi