Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La realtà aumentata ed il marketing: comunicazione, esperienza e fidelizzazione

Nell’era di Internet, degli smartphone e delle app le aziende si sono trovate di fronte ad un bivio epocale: accettare e comprendere il cambiamento della società, cavalcandone la cresta dell’onda, o continuare con le anacronistiche prospettive strategiche, raggiungendo l’inevitabile fallimento. La maggior parte di queste ha optato per la prima opzione. Nonostante ci sia ancora una minoranza di fedeli al mercato analogico, il termine digitalizzazione ha contraddistinto negli ultimi anni gran parte degli investimenti in ogni settore economico. Tra le funzioni aziendali il marketing è stato quello che più ha beneficiato di questa ventata di novità, è diventato digital, è diventato social, è diventato mobile, è diventato quello che ogni giorno invade le caselle di posta elettronica, i social media e i motori di ricerca.
Nell’era della turbolenza (Kotler 2009) una particolare tecnologia si è distinta e ad oggi sembra avere le caratteristiche idonee per fondersi con la nuova società dei consumi digitali, si tratta della Realtà Aumentata.
L’obiettivo di questa Tesi è analizzare i principali aspetti di marketing in cui questa tecnologia ha mostrato una particolare efficacia.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE E SOMMARIO Nell’era di Internet, degli smartphone e delle app le aziende si sono trovate di fronte ad un bivio epocale: accettare e comprendere il cambiamento della società, cavalcandone la cresta dell’onda, o continuare con le anacronistiche prospettive strategiche, raggiungendo l’inevitabile fallimento. La maggior parte di queste ha optato per la prima opzione. Nonostante ci sia ancora una minoranza di fedeli al mercato analogico, il termine digitalizzazione ha contraddistinto negli ultimi anni gran parte degli investimenti in ogni settore economico. Tra le funzioni aziendali il marketing è stato quello che più ha beneficiato di questa ventata di novità, è diventato digital, è diventato social, è diventato mobile, è diventato quello che ogni giorno invade le caselle di posta elettronica, i social media e i motori di ricerca. Nell’era della turbolenza (Kotler 2009) una particolare tecnologia si è distinta e ad oggi sembra avere le caratteristiche idonee per fondersi con la nuova società dei consumi digitali, si tratta della Realtà Aumentata. L’obiettivo di questa Tesi è analizzare i principali aspetti di marketing in cui questa tecnologia ha mostrato una particolare efficacia. Il presente lavoro è organizzato come segue: nel capitolo I viene descritta la Realtà Aumentata dal punto di vista tecnico per illustrarne il funzionamento. Viene effettuata una carrellata dei principali eventi storici che la riguardano, vengono analizzate le previsioni passate, il presente attuale e i possibili scenari futuri. Viene fatta una panoramica sui campi d’applicazioni ed infine un’analisi sulle possibili implementazioni del Business Model Canvas di Osterwalder per le applicazioni di Realtà Aumentata. Il capitolo II descrive il cambiamento della comunicazione aziendale con l’avvento del digitale e, soprattutto, con l’integrazione della Realtà Aumentata, analizza quindi l’implementazione di questa tecnologia nei principali canali di comunicazione. Nel capitolo III vengono analizzati gli effetti della Realtà Aumentata sull’esperienza del consumatore e sulla sua fidelizzazione nel lungo periodo. Il capitolo IV conclude il lavoro descrivendo alcuni casi aziendali distinti sulla base dei tre aspetti di marketing precedentemente citati.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Giorgio Reclama Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2113 click dal 04/03/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.