Skip to content

Sedimentological and paleoceanographic characterization of the source rock intervals in the West-African Atlantic margin

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Fabbrizzi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze geologiche
  Relatore: Simonetta Cirilli
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 109

Several basins generated during the opening of the South Atlantic Ocean were prone to the deposition and preservation of source rock intervals, during the late Cretaceous epoch.
Through the integration of sedimentological data, biostratigraphy, petrophysics and geochemistry, has been characterized the fine-grained sedimentary sequences rich in organic matter, deposited on a West African basin during the upper Cretaceous. Thanks to the experience acquired during the stage at Eni Exploration & Production S.p.a in San Donato Milanese, the multidisciplinary approach used is aimed to built the sedimentological and paleoceanographic scenario of organic-rich horizons deposited during Cenomanian-Turonian, middle Turonian, Coniacian-Santonian and middle Campanian. The correlation of eight well logs allows to describe the late Cretaceous depositional architecture and to study the geochemical characteristics through TOC and Rock-Eval Pyrolysis data, from proximal to pelagic realm. Whereas the source rock maturity follows the normal trend, decreasing upward toward the shallower intervals, the TOC and HI variability are controlled by local depositional features. The kerogen type of the organic-rich facies studied, ranges between type II and III kerogen, oil-gas-prone with some type I samples, purely oil-prone kerogen from the pelagic Coniacian-Santonian interval.
Geochemical inversion techniques show (through generic and maturity molecular biomarkers) that the origin of oils found within Campanian and Cenomanian reservoirs are linked to the Cenomanian-Turonian source rock interval, which is the only mature across the sedimentary sequence analyzed.
The work focuses on a complete source rock evaluation of the Coniacian-Santonian sedimentary event (OAE 3), passing through the identification of the three independent factors which are recognized as main control variables of organic matter accumulation: Dilution, Production and Preservation. Petrophysical logs, thin sections from cuttings, cores and sedimentation rates show that the dilution phase is composed by six parasequences bounded by seven flooding surface (4th order cycle). The Coniacian-Santonian interval is controlled by one 3rd order flooding surface which divides the sedimentary succession in LST phase characterized by lobes turbidites transported from the proximal upper slope environment and HST phase composed by muddy hyperpycnal and hypopycnal flows (the latter are able to reach pelagic realms). The 4th and 5th order cycles and the short-term climatic fluctuations control the deposition of black shales and organic-lean clay respectively during humid/arid phases. Optical kerogen analysis, TOC and Rock-Eval data show that the continental fraction of organic matter is massed mainly in the proximal areas whereas amorphous organic matter, widely present through the studied interval, becomes particularly dominant towards the distal areas. TOC and HI values are influenced by the distance from the paleo-shoreline (which controls the dilution degree and the productivity) and by the climate able to trigger eutrophication pulses during humid period and algal proliferation until pelagic environments. The preservation factor has been studied through the Pristane/Phytane molecular ratio which describes the widespread and prolonged anoxia, in particular during humid climate.
Source Potential Index (SPI) shows fair to good source rock characteristics at the hemipelagic basin and pelagic environment.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 1 INTRODUCTION 1.1 CASE STUDY 1.1.1 GEOGRAPHICAL SETTING West Africa is composed by a large embayment in correspondence with the Equatorial Eastern Atlantic margin. Existing exploration and production data in the province are mostly limited to the Cretaceous rocks called the Cretaceous Composite Total Petroleum System. Figure 1.1: The West-African Atlantic margin extends. (from Google Earth) This thesis is focused mainly on the evolution and characterization of the late Cretaceous source rocks of a basin created along the passive margin during the Atlantic Ocean rift. For confidentiality reasons, the localization of the area will be not specified.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

oceanography
biomarker
geochemistry
sedimentology
petroleum geology
stratigraphy
source rock
black shale
toc rock-eval
oceanic anoxic event

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi