Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione aumentativa e alternativa: un metodo per sviluppare le capacità comunicative nell'autismo infantile

Le difficoltà comunicative sono uno dei problemi maggiormente rilevanti tra quelli che caratterizzano la sindrome autistica. Esse costituiscono una grave limitazione per la qualità della vita delle persone che ne sono colpite (e delle loro famiglie) poiché, oltre a compromettere le loro capacità di espressione e comprensione, risultano anche essere connesse ad altre tipologie di problemi, come quelli comportamentali e sociali.
Nel corso degli anni, molti gruppi di studiosi hanno cercato di trovare un metodo efficace per agevolare gli individui con autismo, e più in generale le persone con disturbi del linguaggio, a comunicare i propri bisogni, pensieri e sensazioni. Tra le varie metodologie elaborate con tale finalità, una delle più recenti e dibattute è sicuramente la Comunicazione Aumentativa e Alternativa, un sistema che nasce in risposta alla necessità di garantire a tutti il diritto alla comunicazione, e che si avvale di diverse tecniche, strumenti e dispositivi per compensare le loro difficoltà.
Lo scopo di questa tesi è quello di fornire una panoramica di tale metodologia di intervento nell’ambito particolare dell’autismo infantile.
Nel corso dell’elaborato verranno presentate le varie tecniche utilizzate da questo approccio, indicando per ciascuna pro e contro ed esaminando i loro effetti attraverso l’analisi di numerosi studi presenti nella letteratura scientifica; verrà espressa l’importanza di un’attenta e precisa valutazione dei bisogni e delle caratteristiche specifiche di ogni persona ai fini di una scelta corretta e ponderata; e infine verrà studiata l’efficacia, sia assoluta sia relativa, dei principali sistemi di Comunicazione Aumentativa Alternativa, comparandoli tra loro nel tentativo di comprendere quale tra essi sia preferibile utilizzare nel trattamento dei deficit comunicativi dei bambini affetti da disturbi dello spettro autistico.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Le difficoltà comunicative sono uno dei problemi maggiormente rilevanti tra quelli che caratterizzano la sindrome autistica. Esse costituiscono una grave limitazione per la qualità della vita delle persone che ne sono colpite (e delle loro famiglie) poiché, oltre a compromettere le loro capacità di espressione e comprensione, risultano anche essere connesse ad altre tipologie di problemi, come quelli comportamentali e sociali. Nel corso degli anni, molti gruppi di studiosi hanno cercato di trovare un metodo efficace per agevolare gli individui con autismo, e più in generale le persone con disturbi del linguaggio, a comunicare i propri bisogni, pensieri e sensazioni. Tra le varie metodologie elaborate con tale finalità, una delle più recenti e dibattute è sicuramente la Comunicazione Aumentativa e Alternativa, un sistema che nasce in risposta alla necessità di garantire a tutti il diritto alla comunicazione, e che si avvale di diverse tecniche, strumenti e dispositivi per compensare le loro difficoltà. Lo scopo di questa tesi è quello di fornire una panoramica di tale metodologia di intervento nell’ambito particolare dell’autismo infantile. Nel corso dell’elaborato verranno presentate le varie tecniche utilizzate da questo approccio, indicando per ciascuna pro e contro ed esaminando i loro effetti attraverso l’analisi di numerosi studi presenti nella letteratura scientifica; verrà espressa l’importanza di un’attenta e precisa valutazione dei bisogni e delle caratteristiche specifiche di ogni persona ai fini di una scelta corretta e ponderata; e infine verrà studiata l’efficacia, sia assoluta sia relativa, dei principali sistemi di Comunicazione Aumentativa Alternativa, comparandoli tra loro nel tentativo di comprendere quale tra essi sia preferibile utilizzare nel trattamento dei deficit comunicativi dei bambini affetti da disturbi dello spettro autistico.

Diploma di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Giulia Balletto Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1498 click dal 18/07/2017.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.