Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le relazioni fra l'Unione Europea e l'Autorità Nazionale Palestinese

In questo lavoro si studiano i rapporti fra l'Unione Europea e l'Autorità Nazionale Palestinese. Partendo dal Dialogo euro-arabo degli anni '70 si arriva alla Conferenza di Madrid del 1991 in cui l'Europa mostra tutta la sua debolezza politica. E' infatti sotto il profilo economico che si sviluppano le relazioni fra le due parti, attraverso i cospicui aiuti previsti dai Programmi MEDA I e II, principali strumenti di quel Partenariato Mediterraneo nato a Barcellona nel 1995.
L'analisi si conclude con il ruolo dell'Unione Europea nel processo di pace israelo-palestinese che la vede per lo più all'ombra degli Stati Uniti; eppure gli interessi politici, economici e strategici di tutta la UE in questa zona non sono minori di quelli americani nell'era dell'unipolarismo e della globalizzazione. Per far ciò il Vecchio Continente dovrà trovare una propria coesione interna ed una più attiva politica comunitaria. Ma è necessaria anche e soprattutto la volontà di tutte le parti in questione. L'opinione comune è che né il popolo palestinese, né quello israeliano avranno mai un futuro senza credere entrambi fermamente nella pace. Sono ''condannati'' a vivere insieme e sono chiamati a comprendere il significato della parola ''convivenza''. Questo necessita capirsi e avvicinarsi, perché è sciocco dopo decenni di conflitto e tanti tentativi di stabilire la pace, riproporre all'inizio del III millennio la separazione dei due popoli anziché agire per risolvere il problema, spingendo i due popoli a vivere e cooperare in due Stati indipendenti e sicuri. Questa deve essere la scommessa del mondo intero, e del nostro continente in particolare, perché è proprio sugli ideali della libertà e dell'indipendenza dei popoli che si è costruita l'Unione Europea.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I LA PALESTINA La Palestina e l’Autonomia Palestinese All�inizio di questo secolo, c�era un piccolo paese sulla costa mediterranea dell�Asia, che su una stretta striscia di territorio concentrava aranci e ulivi, con colline pietrose. Questo piccolo mondo aveva anche, verso sud, il suo deserto: il Negev. La popolazione era di circa 700.000 persone, di cui 574.000 musulmani, 70.000 cristiani e 50.000 ebrei che convivevano pacificamente. Le loro cittadine e i loro villaggi si ispiravano a una cultura secolare, che cominciava a rinnovarsi grazie anche al diffondersi degli influssi dell�Europa, dei suoi valori e delle sue istituzioni, importati insieme alla colonizzazione diretta e indiretta. I palestinesi cominciavano cos� a cercare nuove forme da dare all�identit� di sempre volgendo lo sguardo verso il Cairo e Damasco

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sabina Al Qaryouti Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2359 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.