Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il marketing esperienziale: dal prodotto alle emozioni. Il caso Flying Tiger Copenhagen

La scelta dell’argomento della presente tesi nasce dall’interesse scaturito dalla visita dei punti vendita appartenenti alla catena di punti vendita “Flying Tiger Copenhagen”, un’offline retailer i cui prodotti appartengono alla linea del design low cost. Ciò che sorge spontaneo chiedersi dopo essere entrati in contatto con i loro prodotti è: come fa un prodotto dalla dubbia utilità a conquistarti a tal punto da acquistarlo?
È proprio questa la domanda a cui ho cercato di dare una risposta attraverso la presente analisi; ciò che ho voluto mettere in evidenza è stato il fatto che negli ultimi anni le tecniche tradizionali di marketing sono apparse inadeguate ai cambiamenti che la società ha affrontato, tanto da dare vita al filone delle tecniche di marketing non convenzionali e in particolare al marketing esperienziale. Per raggiungere questo obiettivo ho diviso la presente tesi in quattro capitoli che creano un ragionamento deduttivo dal generale al particolare.
Nel primo capitolo verrà analizzato l’universo del retail partendo dalla definizione economica e sociologia del concetto di retailing fino ad arrivare all’esposizione delle attività che permettono al retailer di avere successo. In riferimento a questo ambito verranno infatti citate le tecniche di visual merchandising ovvero le tecniche che permettono di collocare i prodotti all’interno del punto vendita. Il capitolo verrà concluso con un’analisi dei principali trend verso cui è orientato il mercato del retail.
Nel secondo capitolo verrà effettuata un’analisi sociologica riguardante il passaggio dall’epoca moderna a quella postmoderna con la successiva messa in evidenza delle principali caratteristiche del consumatore postmoderno al quale il mercato odierno si rivolge. Questo secondo capitolo infatti comincerà a porre le basi per l’analisi del nuovo approccio che è centrale per il caso studio adottato, ovvero quello del marketing esperienziale. Inoltre verrà messo in evidenza il cambiamento che la società ha portato nel processo di decisione d’acquisto del consumatore.
Nel terzo capitolo verrà approfondito nei dettagli il concetto di esperienza e del marketing esperienziale attraverso gli interventi dei principali teorici dell’esperienza quali Bernd H. Schmitt, Pine Joseph B. e James H. Gilmore. In questo capitolo verranno quindi trattate tutte le tecniche che fanno parte di questa nuova prospettiva del marketing che vede uno spostamento dell’attenzione del marketing dal prodotto all’esperienza. L’approccio che verrà preso maggiormente in considerazione è quello del Customer Experience Management considerato uno dei più completi in ambito esperienziale.
Nel quarto capitolo, infine, verrà presentato il caso studio dal quale è partito l’intero ragionamento sul marketing esperienziale ovvero Flying Tiger Copenhagen; esso verrà presentato a partire dalla storia del suo fondatore, successivamente verrà analizzato il modo in cui il Customer Experience Management è stato applicato al mondo esperienziale di Flying Tiger Copenhagen e tutto ciò che sta alla base del suo successo che ha permesso di trasformarlo in una delle più famose catene di design low cost il cui business si fonda essenzialmente sul divertimento.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione La scelta dell’argomento della presente tesi nasce dall’interesse scaturito dalla visita dei punti vendita appartenenti alla catena di punti vendita “Flying Tiger Copenhagen”, un’offline retailer i cui prodotti appartengono alla linea del design low cost. Ciò che sorge spontaneo chiedersi dopo essere entrati in contatto con i loro prodotti è: come fa un prodotto dalla dubbia utilità a conquistarti a tal punto da acquistarlo? È proprio questa la domanda a cui ho cercato di dare una risposta attraverso la presente analisi; ciò che ho voluto mettere in evidenza è stato il fatto che negli ultimi anni le tecniche tradizionali di marketing sono apparse inadeguate ai cambiamenti che la società ha affrontato, tanto da dare vita al filone delle tecniche di marketing non convenzionali e in particolare al marketing esperienziale. Per raggiungere questo obiettivo ho diviso la presente tesi in quattro capitoli che creano un ragionamento deduttivo dal generale al particolare. Nel primo capitolo verrà analizzato l’universo del retail partendo dalla definizione economica e sociologia del concetto di retailing fino ad arrivare all’esposizione delle attività che permettono al retailer di avere successo. In riferimento a questo ambito verranno infatti citate le tecniche di visual merchandising ovvero le tecniche che permettono di collocare i prodotti all’interno del punto vendita. Il capitolo verrà concluso con un’analisi dei principali trend verso cui è orientato il mercato del retail. Nel secondo capitolo verrà effettuata un’analisi sociologica riguardante il passaggio dall’epoca moderna a quella postmoderna con la successiva messa in evidenza delle principali caratteristiche del consumatore postmoderno al quale il mercato odierno si rivolge. Questo secondo capitolo infatti comincerà a porre le basi per l’analisi del nuovo approccio che è centrale per il caso studio adottato, ovvero quello del marketing esperienziale. Inoltre verrà messo in evidenza il cambiamento che la società ha portato nel processo di decisione d’acquisto del consumatore. Nel terzo capitolo verrà approfondito nei dettagli il concetto di esperienza e del marketing esperienziale attraverso gli interventi dei principali teorici dell’esperienza quali Bernd H. Schmitt, Pine Joseph B. e James H. Gilmore. In questo capitolo verranno quindi trattate tutte le tecniche che fanno parte di questa nuova prospettiva del marketing che vede uno spostamento dell’attenzione del marketing dal prodotto all’esperienza. L’approccio che verrà preso maggiormente in considerazione è quello del Customer Experience Management considerato uno dei più completi in ambito esperienziale.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Chiara De Luca Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 949 click dal 27/10/2017.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.