Skip to content

Biofortificazione con selenio e interazioni con il metabolismo dello zolfo in Valerianella

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Mian
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Agraria
  Corso: Biotecnologie agrarie-vegetali
  Relatore: Roberto Pinton
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 47

La produzione di specie orticole attraverso sistemi quali il floating system presenta buone potenzialità. Tuttavia, se dal punto di vista teorico i vantaggi sono molteplici, nella pratica esistono numerosi aspetti da migliorare, come la messa a punto di tecniche che permettano di ottenere rese elevate, garantendo contemporaneamente la salubrità e l’integrità del prodotto finale. La qualità è un aspetto sempre più richiesto dal consumatore, soprattutto nel settore della IV gamma, che negli ultimi anni ha subito un forte incremento, interessando una fetta di mercato crescente.
Data l’importanza del Se per la salute dell’uomo e gli effetti benefici che esercita sulla crescita dei vegetali sono stati condotti numerosi studi sulla biofortificazione con questo elemento: in Pisum sativum è emerso che il Se promuove l’accumulo di carboidrati nei cloroplasti e aumenta l’attività del sistema di trasporto degli elettroni (Smrkolj et al., 2006) e in Lolium perenne è stato dimostrato l’importanza del Se nel contrastare la perossidazione dei lipidi (Hartikainen et al., 2000; Xue et al., 2001). Nell’ambito di uno studio condotto su Lactuca sativa, allevata con sistema NFT (Nutrient Film Technique), è stato osservato che somministrando maggiori dosi di Se nella soluzione nutritiva si produceva un aumento di concentrazione dell’elemento sia nelle radici che nelle foglie con un leggero aumento, seppur non significativo, di biomassa prodotta (Hawrylak-Nowak, 2013).
Considerando gli effetti che il Se può avere nei confronti della fisiologia delle piante e per la salute umana, è necessario individuare la miglior combinazione che assicuri un accumulo nei tessuti vegetali eduli compatibile con un effetto benefico per le piante e un potenziale effetto salutare per gli uomini. Scopo della tesi è quindi stato di valutare la possibilità di biofortificare la Valerianella locusta (L.) allevando piante di due diverse cultivar (Baron e Gala), con un sistema idroponico che simuli il floating system, in presenza di selenio a diverse concentrazioni. A questo scopo sono stati analizzati i parametri di crescita quali l’accumulo di peso fresco in foglie e radici e il contenuto di clorofilla (indice SPAD). Inoltre, data l’interazione tra il Se e lo S, è stata valutata l’attività degli enzimi ATP sulfurilasi e O-acetilserina-tioliasi rispettivamente primo e ultimo enzima nella via di assimilazione dello zolfo e del selenio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
9 1.4 La biofortificazione La qualità degli ortaggi ottenuti da floating system si presenta, per alcuni aspetti, migliore rispetto alla coltivazione tradizionale. Infatti, senza l’utilizzo del suolo, è possibile ottenere un prodotto più pulito e, quindi, con carica batterica contenuta, omogeneo e con minori danni provocati da fitopatie e infestanti. Grazie a questa tecnica è anche possibile controllare la quantità di nutrienti forniti alla pianta. Il floating system è un metodo che si presta molto bene alla modificazione della composizione della soluzione nutritiva, in senso sia qualitativo (tipo di sali), sia quantitativo (concentrazione dei vari nutrienti) e quindi può essere utilizzato per la produzione di colture biofortificate (Lazzarin, 2007; Ayala et al., 2005). Con il termine “biofortificazione” si intende l’aumento in elementi nutritivi (minerali o vitamine) benefici per la salute dell’uomo, nella parte edibile dei vegetali con un concomitante incremento delle caratteristiche quanti-qualitative del prodotto. I prodotti biofortificati, quindi, aiutano a prevenire l’insorgenza di problemi di salute legati alle carenze nutrizionali (Welch, 2001). Infatti la malnutrizione, ossia lo squilibrio nell’assunzione di nutrienti mediante la dieta, è un problema diffuso a livello mondiale che provoca più di 20 milioni di morti l’anno (Kennedy et al., 2003; WHO and FAO, 2003). Una delle principali cause è da attribuire a un’alimentazione con prodotti non idonei a rifornire l’organismo di elementi necessari per lo sviluppo e l’omeostasi. In particolare, le diete con carenze di micronutrienti quali Fe, Zn, I, vitamina A e Se interessano più di 2 milioni di persone l’anno. L’uomo necessita di almeno 44 elementi in quantità adeguate per una vita salutare e produttiva, molti dei quali si trovano in prodotti di origine vegetale (Kennedy et al., 2003). In questo contesto, la biofortificazione è di primaria importanza, ma la sua efficacia non dipende solo dalla concentrazione di microelementi nella parte vegetale destinata al consumo umano, ma anche dalla biodisponibilità di tali nutrienti, cioè dalla quantità che il corpo umano è in grado di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

selenio
enzimi
metabolismo
zolfo
soluzioni nutritive
biofortificazione
valerianella

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi