Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"Life course" nelle iscrizioni latine della Venetia

La tesi ha l'obiettivo di delineare e ricostruire il "life course" della Venetia attraverso l'analisi delle iscrizioni latine che presentano l'età di morte.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione 1.1. Limiti e scopi della ricerca Il presente studio si propone, attraverso l'analisi delle iscrizioni latine della Venetia, di ricostruire quello che in inglese viene definito life course, che possiamo tradurre con corso della vita o ciclo vitale, della regione presa in considerazione. Questo lavoro prende spunto da un contributo di Christian Laes, dell'Università di Anversa, presentato alla Summerschool di Grumento nel Luglio 2012 1 . La tesi ha l'obiettivo di delineare il life course della Venetia attraverso lo studio delle iscrizioni che presentano l'indicazione dell'età di morte. Le iscrizioni sono state ricavate dal Corpus inscriptionum Latinarum (volume V) e da altri corpora di carattere nazionale o regionale, con l'aiuto di un database informatizzato come il Clauss-Slaby, di cui parlerò in seguito. Le iscrizioni prese in considerazione sono quelle funerarie (tituli sepulcrales). Si tratta della classe con il maggior numero di testimonianze, caratterizzate da una grande varietà di supporti e di tecniche scrittorie. Gli epitaffi sono delle testimonianze che spaziano dalla sfera personale dell'intimità alla sfera pubblica delle norme commemorative, perché le iscrizioni erano un oggetto pubblico 2 . Ma ciò che spingeva una persona in antichità a menzionare l'età in una iscrizione, quasi sempre di tipo funerario, non ne conosciamo il motivo 3 . Si può mettere a confronto il numero delle iscrizioni con l'indicazione dell'età con quelle senza. Per una caso ben studiato come la città di Roma sappiamo che su 29.250 epitaffi, ne abbiamo 9600 con l'età inclusa (33%) 4 . Nel caso della regione qui studiata, la Venetia, non conteggiando le iscrizioni istriane e 1 C. Laes, Latin inscriptions and the life course: regio III (Bruttium and Lucania) as a test case, in «Arctos: acta philologica Fennica», vol. 46, Helsinki 2012, pp. 95-113 2 R. Laurence – F. Trifilò, “Vixit Plus Minus”. Commemorating the Age of the Dead – Towards a Familial Roman Life Course?, in M. Harlow – L. Larsson Loven (a cura di), Families in the Roman and Late Antique World, Londra 2012, p. 23 3 J. Bodel (a cura di), Epigraphic Evidence. Ancient History from Inscriptions, Londra-New York 2001 4 C. Laes, Inscriptions from Rome and the History of Childhood, in M. Harlow-R. Laurence (a cura di), Age and Ageing in the Roman Empire, Portsmouth 2007, p. 27 1

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Piero Maddalena Contatta »

Composta da 83 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 74 click dal 05/01/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.