Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il capitale sociale nell’attuale contesto competitivo

Le imprese del terzo millennio si ritrovano a doversi fronteggiare con un contesto competitivo che è complesso e poco favorevole, poiché sono sempre più evidenti, soprattutto in periodi recenti, le trasformazioni economiche, sociali e tecnologiche, legate ad un’incertezza che si accentua sempre di più, accrescendo alcune prospettive che sono nocive per la sopravvivenza stessa delle organizzazioni che non vi si adattano in modo efficace.
L’analisi condotta in questo elaborato ha messo in evidenza certi aspetti caratteristici della ricerca in campo socio-economico che evidenziano un’attenta analisi da parte degli studiosi relativamente all’ampio tema del capitale sociale.
Dalla panoramica dei contributi in letteratura su tale concetto, è emerso che la ricerca empirica si è venuta a trovare di fronte a molteplici dilemmi teorici sulla natura e sul ruolo di tale forma di capitale.
L’immagine che emerge dai lavori che analizzano le diverse componenti del capitale sociale e le interazioni che si vengono a stabilire con le altre variabili influenti sull’evoluzione dell’impresa è che il capitale sociale esercita un impatto sulle performance economiche e innovative molto variabile e non ancora pienamente identificato.
Prendendo in considerazione un quadro generale comune alla gran parte degli autori, si può giungere ad una conclusione abbastanza condivisa relativa al tema che è oggetto di indagine nel lavoro svolto: le reti, le norme di reciprocità e la fiducia sociale favoriscono la risoluzione di problemi collettivi, ottimizzano l’efficienza delle transazioni e consentono il conseguimento di obiettivi attraverso il coordinamento delle azioni degli attori e l’acquisizione di una maggior quantità di informazioni.
In particolare, dall’elaborato svolto è possibile rilevare che una società avente come caratteristiche salienti la fiducia reciproca, la cooperazione, l’elevato associazionismo, i valori condivisi, funziona in modo più soddisfacente ed ha tassi di crescita economica e sociale sicuramente maggiori rispetto ad un’altra che non è caratterizzata dagli aspetti elencati precedentemente.
La formazione e l’espansione di un’architettura relazionale sono influenzate dalla crescita e dal mantenimento del capitale sociale, il quale, per la maggior parte delle imprese, è rilevante per promuovere e sostenere lo sviluppo.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INT RODUZ IONE Ne gli ultimi de c e nni, il ra pido diffonde rsi de lla te c nologia e l’a ffe rma rsi di una soc ie tà se mpre più dina mic a ha nno implic a to de i c a mbia me nti sosta nz ia li pe r individui e orga niz z a z ioni. C iò ha de te rmina to un forte impulso a lla ric e rc a e l’a ttua z ione di nuove stra te gie . In e c onomia , in pa rtic ola re , la c onosc e nz a , “ e le me nto c hia ve di ogni proc e sso produttivo” , c ome sostie ne Ma rsha ll, o c ome a ffe rma Sc humpe te r: “ promotric e di innova z ione ” , dive nta c e ntro propulsore de lla stra te gia d’impre sa . C iò ha c omporta to una foc a liz z a z ione sulle c ompe te nz e e sulle c a pa c ità -c hia ve de lle impre se , c he , c oglie ndo le sfide poste da ll’e c onomia de lla c onosc e nz a , promuove ndo e soste ne ndo la dina mic a innova tiva , ne tra ggono va nta ggio c ompe titivo. L a fle ssibilità ne l ma na ge me nt, l’a bilità ne ll’a ttiva re c a mbia me nti signific a tivi, la c re a z ione di oc c a sioni siste ma tic he e struttura te pe r la c ondivisione di c onosc e nz e , la c re a z ione di nuove c ompe te nz e , ma , sopra ttutto, la rifle ssione sulle proprie risorse non se mpre a ppie no utiliz z a te e la c a pa c ità di me tte re in disc ussione le situa z ioni e siste nti, c ostituisc ono c ompe te nz e impre sc indibili in c onte sti dina mic i e a d a lta c onc orre nz ia lità . In que sto c onte sto, gioc a un ruolo priorita rio la diffusione de lla te c nologia c he modific a e ridise gna i c onfini de lle a ttività a z ie nda li, promuove ndo a sse tti orga niz z a tivi sne lli e siste mi fle ssibili in gra do di a da tta rsi in modo ra pido e d e ffic a c e a i c a mbia me nti de l c onte sto c oope ra tivo. L a te c nologia , promuove ndo la diffusione de lla c onosc e nz a a d una c omunità di inte ra z ione più a mpia , fa sì c he le impre se , e volve ndosi ve rso situa z ioni di re ti se mpre più e ste se , si c onfrontino e si fronte ggino tra loro, re a liz z a ndo una e ffic a c e c ondiz ione di va nta ggio c ompe titivo. L e re ti, pa c c he tti di risorse , c ompe te nz e e re la z ioni, c onse ntono a lle impre se di ottimiz z a re le proprie a bilità ne ll’imple me nta z ione e ne ll’e se c uz ione di una stra te gia . In que st’ottic a , a ssumono un ruolo fonda me nta le il c a pita le inte lle ttua le , c he fa vorisc e la c re sc ita de ll’impre sa e de lla sua ma novra sul pia no stra te gic o, e il c a pita le soc ia le , c he ra ppre se nta una importa nte risorsa a supporto de ll’orga niz z a z ione . Il c a pita le inte lle ttua le è inte so c ome l’insie me di a sse t inta ngibili c he de te rmina no un proc e sso di c re a z ione di va lore e d il suo ruolo stra te gic o è sta to a ffe rma to a ttra ve rso un a tte nto foc us sulla c onosc e nz a e sulle c ompe te nz e .

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Loredana Affinito Contatta »

Composta da 33 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 62 click dal 21/06/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.