Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il caso Stream Tele+ dall'intervento dell'Autorità Giudiziaria alla fusione tra gli oligopolisti

Il lavoro prende in esame il settore della pay tv in Italia, sotto diversi punti di vista, andando a vedere le problematiche del settore in rapporto anche alla situazione europea.
Il primo capitolo è dedicato ai così detti attori del confronto, che sono le due pay tv italiane, Tele+ e Stream, e le due Autorità, Antitrust e Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, le quali hanno il compito di dettare le regole del mercato e di vigilare sul comportamento delle tv.
E’ stata fatta una breve storia delle tv, spiegando quali servizi offrono ai loro abbonati, come è composta la compagine aziendale e come questa è cambiata nel corso degli anni fino ad arrivare alla configurazione attuale.
Per quanto riguarda le Autorità il capitolo spiega quali sono le loro competenze e come queste sono strutturate ed articolate.
Nel capitolo secondo viene analizzato il settore italiano delle pay tv, partendo da una cronistoria riguardante l’avvento della tv satellitare in Europa.
Successivamente viene preso in esame il mercato italiano guardando alla sua composizione, e su come Stream e Tele+ si dividono il mercato.
La seconda parte del capitolo analizza quali sono i principali problemi del settore in Italia.
La grandezza limitata del settore, insieme alla pirateria satellitare sono i principali problemi del mercato che non consentono uno sviluppo rapido, o quantomeno allo stesso livello delle altre nazioni europee.
In esame sono state prese anche le problematiche relative al calcio, essendo questo un elemento che incide fortemente sui bilanci delle due tv e che costituisce il traino più importante alla sottoscrizione degli abbonamenti.
La parte finale del capitolo esamina la tecnologia satellitare, quali sono i suoi svantaggi e i suoi vantaggi facendo anche un confronto fra quella analogica, ormai quasi in disuso, e quella digitale ossia il presente ed il futuro prossimo della tv.
L’applicazione della tecnologia nella lotta alla pirateria conclude la terza parte del capitolo.
Un vero e proprio viaggio nel futuro conclude il capitolo, la tv come sarà tra qualche anno è come sarà vista dagli utenti nei prossimi anni.
Il terzo capitolo analizza in modo più analitico il mercato italiano della tv a pagamento, prendendo come punto di riferimento il modello di oligopolio “leader-follower” di Von Stackelebrg.
Successivamente viene confrontata la strategia delle due televisioni italiane, le loro differenze vedendo anche i punti di contatto con il modello economico preso in esame.
La battaglia sui diritti del calcio e sui film viene presa in considerazione nella parte centrale del capitolo, il quale è concluso analizzando una anomalia del mercato italiano ossia la conclamata posizione dominante di Tele+, che non permette, o comunque limita lo sviluppo della rivale, ed impedisce l’ingresso di nuovi investitori.
Il capitolo quarto è dedicato al comparto normativo.
Viene analizzato il processo di “deregulation” avvenuto in Europa nel settore delle telecomunicazioni, che ha portato all’eliminazione dei monopoli statali nei settori considerati, prendendo in considerazione le norme sia comunitarie che nazionali.
La parte finale riguarda gli interventi più importanti delle due Autorità nel settore.
Il quinto ed ultimo capitolo prende in esame la fusione tra le due tv, che ormai sembra certa, ma al momento della redazione del lavoro non è ancora avvenuta.
Quali sono le finalità della fusione e cosa può scaturire da questa sono i punti essenziali del capitolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO PRIMO 1 GLI ATTORI DEL CONFRONTO: 1.1 Telepiù S.P.A Tele+ è la tv leader sul mercato italiano e conta più di 1 milione e 820.000 abbonati. E’ nata nel 1991 trasmettendo come rete tematica dedicata al cinema. L’anno seguente si aggiunge l’altro asset per la tv via satellite: lo sport. L’azienda è diretta dal presidente Gout Emmanuele, dagli amministratori delegati Olivier Girolami e Patrick Beaufront, i quali sono coadiuvati da tre direttori dell’area acquisti, amministrativa e del personale che sono rispettivamente: Sirtori Giulio, Ghigonetto Paolo e Lantieri Piero. Tab 1: organigramma Tele+ Presidente Gout emmanuele Dir. Area acquisti Sirtori Giulio Dir. Area amministrativa Ghigonetto Paolo Dir area personale Lantieri Piero Ammin Deleg Patrick Beaufront Ammin Deleg Olivier Girolami

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Quintino Cavallo Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2292 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.