Skip to content

Danze, muse e donne nella Spagna moderna

Alessandra Congedo

Contatta l'autore »

Alessandra Congedo

"La musica è la tua propria esperienza, i tuoi pensieri, la tua saggezza. Se non la vivi non verrà mai fuori dal tuo strumento"...questa frase di Charlie Parker racconta un pò di quello che la musica è.
Sono Alessandra Congedo e sono una pianista. La mia passione più grande è la didattica: insegnare ai ragazzi mi rende felice, mi diverte. Proprio per questo, ritengo fondamentale la formazione personale, l'approfondimento ed il costante aggiornamento nell'ambito dell'educazione musicale e della musica in genere. Per questo motivo, ho intrapreso il percorso del Diploma accademico di secondo livello in Conservatorio , equivalente al titolo di laurea specialistica, che è stato uno stimolo per ricominciare a studiare il pianoforte e per riscoprire con meraviglia la vastità del repertorio pianistico. Una ricerca sulla musica spagnola è stata appassionante, espressione di una cultura europea di grande fascino, così come lo è stato riscoprire la musica di due compositori eccezionali..una musica suggestiva, magica, descrittiva fino a rasentare l'Impressionismo.

Studi

  • Laurea liv.II (specialistica) in Pianoforte cameristico
    conseguita presso Conservatorio di musica nell'anno 2006-07
    con una votazione di 110 su 110
  • Diploma di maturità conseguito presso il Liceo classico
    con votazione 53/60°

Altri titoli di studio

  • Diploma magistrale
    conseguito presso Liceo classico nell'anno 1999
  • Diploma di Pianoforte
    conseguito presso Istit. musicale par.Ceglie Messapica nell'anno 2001
  • Corso di formazione e Perfezionamento in Musicarterapia nella GdL
    conseguito presso Villa Verde Lecce nell'anno 2006
  • Abilitazione all'nsegnamento per le classi 31A e 32A
    conseguito presso Un. degli studi di Bari nell'anno 2008

Esperienze lavorative

  • Dal 2002 lavora presso Associazione Arte MusicAle e scuole pubbliche con contratto a progetto nel settore Musica e case discografiche
    Mansione: Docente

    Commento personale: Grazie al continuo aggiornamento nell'ambito della didattica musicale, è possibile formare ed educare anche i bambini più piccoli ad una sensibilità musicale. La musica non è solo svago, come la cultura moderna impone di pensare: musica è sviluppo della coordinazione, della creatività, dell'educazione, della determinazione caratteriale, della socializzazione, della concentrazione. Imparare in modo piacevole è sicuramente più facile, ma per poter insegnare è necessario farlo col cuore ed essere disposti al continuo aggiornamento..l'arte non è mai stata una disciplina "statica" ed anche i ragazzi cambiano. Per questo vale sempre inventare nuove tecniche, nuovi metodi didattici: non solo per far divertire, ma anche per aiutare a crescere...

Lingue straniere

  • Inglese parlato e scritto: buono

Conoscenze informatiche

  • Livello buono