Skip to content

Caratteri della compressibilità secondaria della Middle Globigerina Limestone di Malta

Analisi sperimentale della compressibilità secondaria della Middle Globigerina Limestone

Le prove descritte nel seguito riguardano i campioni di Middle Globigerina Limestone prelevati dal sito di Mriehel, sia in condizione indisturbata che dopo ricostituzione in laboratorio. La condizione indisturbata è stata studiata sia attraverso prove edometriche standard che di creep.
I risultati sono stati poi confrontati con quelli ottenuti analizzando la Lower Globigerina Limestone prelevata da Slema, con il chalk e con altri materiali.

Strumentazione e tecniche sperimentali
Si descrivono brevemente di seguito il consolidometro e l’edometro, ovvero gli apparecchi utilizzati nella compressione rispettivamente del campione ricostituito e di quello indisturbato. Un campione ricostituito, a differenza di quello indisturbato, è tale da non essere più rappresentativo della storia tensionale in sito e, sottoposto all’applicazione di carichi, raggiunge un assetto strutturale differente da quello posseduto nella condizione indisturbata.
La prova di compressione edometrica consente di determinare le caratteristiche del terreno durante la consolidazione monodimensionale e la compressione.

Il provino cilindrico di terra è confinato lateralmente da un anello di acciaio che gli impedisce di deformarsi in direzione radiale e ha la superficie superiore e inferiore a contatto con due pietre porose che consentono il drenaggio durante la consolidazione. I provini utilizzati devono essere sufficientemente grandi da essere rappresentativi delle peculiarità macrostrutturali che caratterizzano il materiale in sito: solitamente si utilizzano campioni aventi diametro D = 56 mm e altezza H = 20 mm, tale che il rapporto tra diametro e altezza sia maggiore di 2 per ridurre gli effetti dell’attrito laterale durante la fase di carico e comunque non maggiore di 6 al fine di evitare disturbi durante la preparazione.

Il campione di terra, confinato lateralmente e con due bordi drenanti, è posizionato all’interno di una cella riempita d’acqua e alloggia su una base orizzontale. L’acqua evita fenomeni di essiccamento (specie in prove di lunga durata) e consente l’assorbimento durante le fasi di scarico tensionale. È buona norma eseguire la prova a rigonfiamento controllato per evitare che, a seguito del campionamento e quindi a causa della suzione, il terreno richiami acqua rigonfiando. Ciò significa che l’acqua dovrà essere immessa in cella solo dopo il raggiungimento di un carico corrispondente alla tensione geostatica. In una prova edometrica tradizionale il carico viene applicato a incrementi successivi secondo una sequenza ben definita.

Il telaio di carico è costituito essenzialmente da un braccio di leva, atto a distribuire la pressione in maniera uniforme sulla superficie del provino.
In Fig. 3.2 è riportato l’edometro utilizzato nella prova di creep edometrico al gradino carico di 18 MPa.
Le misure vengono periodicamente registrate su computer (Fig. 3.3a) attraverso un convertitore che acquisisce segnali analogici provenienti da trasduttori di spostamento e li converte in digitale.

Il consolidometro è stato utilizzato per preparare e analizzare i cedimenti di provini rimaneggiati che hanno in genere un rapporto iniziale altezza/diametro maggiore.
Durante l’applicazione di ogni gradino di carico è stato misurato l’abbassamento verticale della piastra di carico superiore, dunque la variazione di altezza del provino. Le misure sono state rilevate, periodicamente e a intervalli più o meno regolari, inizialmente con comparatore, poi per via analogica e impiegando un trasduttore di spostamento con sensibilità di 0.01 mm collegato ad un sistema automatico di acquisizione.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Caratteri della compressibilità secondaria della Middle Globigerina Limestone di Malta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Adriana Quacquarelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria civile e ambientale
  Relatore: Federica Cotecchia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 112

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

geotecnica
creep
compressibilità secondaria
prove edometriche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi