Skip to content

Microcredito e Banca Etica

Istituti di credito e sistemi di imprese

L’adozione di criteri di regolazione che permettono di tenere conto solo dell’impresa valutata nella sua individualità, crea problemi nel caso di un’unità produttiva che invece abbia relazioni con altre imprese, tanto da dar luogo a una rete di rapporti.
È questa una realtà diffusa nel nostro sistema imprenditoriale, dove l’esistenza di legami fra imprese dà luogo a reti nelle quali il risultato finale è frutto di relazioni di cooperazione che valorizzano la singola unità produttiva, a volte poco significativa quando presa autonomamente.

La specificità italiana di un tessuto produttivo fatto soprattutto di imprese di piccola-media dimensione, concentrate in distretti industriali, quindi a forte connotazione locale ma con proiezione internazionale di successo, se ben valorizzata, può rappresentare un’opportunità di enorme valore per il sistema finanziario italiano.

L’efficienza di tali organizzazioni discende da un insieme di effetti sistemici valutabili soltanto a livello della rete di relazioni cooperative-competitive che si sviluppano necessariamente fra attori diversi; una valutazione dell’attività della singola azienda, che non tenga conto del sistema a rete nel suo complesso, non può essere esaustiva di tutte le potenzialità dell’unità produttiva, e di per se fornisce informazioni deformate, la cui completezza si ottiene solo con la considerazione globale dell’ambiente d’impresa in cui opera.

Il problema delle ridotte dimensioni delle imprese italiane e della loro difficoltà di sostenere la competizione a scala europea trova una sua potenziale soluzione nell’organizzazione in gruppi, che di per sé testimonia la preferenza, nel nostro sistema imprenditoriale, per le strategie di sviluppo esterno; ciò induce a riflettere sulla validità del concetto di dimensione applicato a livello di singola unità produttiva.

Per chi li finanzia i gruppi risultano soggetti più complessi e problematici rispetto ad imprese indipendenti di pari dimensioni.
Tali strutture organizzative, infatti, rendono la singola unità produttiva difficilmente comprensibile al di fuori dell’insieme di riferimento; le banche italiane, tuttavia, non sono ancora pronte per rilevare e interpretare il fenomeno dei piccoli gruppi e sviluppare politiche creditizie "ad hoc".

Questo brano è tratto dalla tesi:

Microcredito e Banca Etica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maria Grazia Codamo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: ISSEA. S.A. Politecnico di Studi Aziendali
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Marcello Incognito
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi