Skip to content

La sfera pubblica e la sua reticolarizzazione. Dalle rivoluzioni liberali alla blog-politica del grillismo

Estratto della Tesi di Bruna Valotta

Mostra/Nascondi contenuto.
14 poiesis, ma se ne serve per decostruire il pensiero politico occidentale moderno che, con il suo eccesso di “teoreticismo” 8 , ha invalidato la possibilità stessa dell’azione. A partire dalla teoria contrattualistica di Hobbes, infatti, la filosofia politica ha ini- ziato a porsi il problema di come fare per impedire agli uomini di uccidersi a vi- cenda, mettendo al centro delle sue riflessioni il paradigma dell’obbedienza dovuta alla stato dai suoi membri, affinché la società potesse esistere. Per la Arendt, invece, ciò che qualifica l’agire umano come tale non è obbedire alle leggi, ma il suo essere svincolato dalle cose; è la praxis di cui ci parla Aristotele nell’Etica Nicomachea : un’azione libera e imprevedibile che ha come fine la realiz- zazione del sé e che storicamente si è potuta realizzare solo nello spazio concreta- mente condiviso della polis, in cui la studiosa individua una comunità linguistica dove le persone, mediante i loro gesti e le loro parole, esprimevano la propria unicità. Scrive al riguardo la pensatrice di Hannover: «Ogni volta che è in gioco il linguaggio la situazione diventa politica per definizione, perché è il linguaggio che fa dell’uomo un essere politico» 9 . Da questa frase emerge chiaramente come la Arendt, lungi dall’essere una sognatrice della polis, debba, invece, essere considerata una filosofa della comunità, perché ha intuito che il significato dell’azione risiede nel palesare agli altri la propria capacità di agire, a prescindere dal luogo in cui ci si trova. A partire dall’età moderna, questa facoltà di rivelarsi attraverso l’azione che appartiene solamente all’uomo, perché solo l’essere umano è in grado di prendere delle iniziative, di «mettere in movimento qualcosa» 10 ; ha subìto un depotenziamento: la sfera pubblica non è più quel luogo dell’azione che era nell’antichità perché gli uo- 8 Come ha osservato la studiosa Olivia Guaraldo: «Nella sfera pubblica dell’azione politica […] è la pluralità dei punti di vista che rende la condizione umana “vera”. […] La verità della politica è, […] (infatti), radicalmente diversa dalla verità della logica: la prima si costruisce nella pluralità di prospettive, la seconda sulla rigorosa unitarietà del procedere argomentativo. Nella misura in cui tale modo di procedere nel ragionamento è riservato alla scienza o alla matematica, esso non costituisce un problema. I problemi cominciano quando questo “amore per la teoria” si diffonde tra gli uomini d’azione, i quali, a differenza degli scienziati, si muovono in una sfera contingente e modificabile. […] La verità della politica è dunque la sua pluralità, e riguarda il fatto che essa non può essere sottoposta a quella reductio ad unum di cui spesso la filosofia (politicamente) si serve per semplificare le differenze. Ne consegue che la virtù propria della sfera politica concerne l’essenziale rispetto per tale pluralità e contingenza». O. GUARALDO, La verità della politica, in H. ARENDT, Lying in Politics. Reflection on the Pentagon Papers, Harcourt Brace Jovanovich, New York, (1972); tr. it. La menzogna in politica. Riflessioni sui “Pentagon Papers”, Marietti S. p. A., Genova - Milano, 2006, pp. XV – XIX. 9 H. ARENDT , The Human condition, Unniversity Press, Chicago (1958); tr. it. Vita activa. La condizione umana, Bompiani, Milano, 1964; ed. 2003, cit. p. 3. 10 Ivi, pp. 129.
Estratto dalla tesi: La sfera pubblica e la sua reticolarizzazione. Dalle rivoluzioni liberali alla blog-politica del grillismo

Estratto dalla tesi:

La sfera pubblica e la sua reticolarizzazione. Dalle rivoluzioni liberali alla blog-politica del grillismo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Bruna Valotta
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia contemporanea
  Relatore: Marco Centorrino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 253

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

personalizzazione di massa, habermas, lippmann,
comunità virtuali, rete, campagne on line, polis,
foucault, democrazia elettronica, social network,
facebook, pariser, grillismo, arendt, parresia,
multinazionali, turbo-capitalismo, new media,
m5s, grillo, berlusconi, e-democracy, cina,
mcluhan, storytelling, spin-doctors, castells,
convergence culture, jenkins, privacy,obama, cina
sfera pubblica, democrazia diretta, agorà, google,
individualismo reticolare, rivoluzioni liberali,

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi