Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mindfulness: metodologia scientifica e saggezza orientale s'incontrano

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Rosella D'avola Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1432 click dal 14/07/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Rosella D'avola

Mostra/Nascondi contenuto.
11 CAP 2 LE ORIGINI 2.1 La tradizione buddhista Le prime tracce che la coltivazione di uno stato mentale di consapevolezza ci permette di contenere ed eventualmente sciogliere la sofferenza ,provengono dalle scritture buddiste, quindi da una tradizione risalente a più di 2500 anni fa. Il buddismo infatti è diverso dalle altre religioni in quanto si interessa più della sfera mentale che non di quella religiosa. Si basa sugli insegnamenti del Buddha, inizialmente trasmessi oralmente e dopo 400 anni dalla sua morte furono messi per iscritto nel I secolo a.C. in lingua pali. Il Buddha, nei suoi insegnamenti, si è rivelato un acuto studioso della dimensione mentale e sensoriale dell’uomo; abbandonò una vita agiata per diventare un ricercatore spirituale e lasciò ai posteri preziosi insegnamenti tanto che oggi chi si occupa di salute fisica e mentale trova nelle indicazioni buddiste un aiuto nello svolgimento della propria professione. Il Buddha era di origine induista e rimase legato alla tradizione della sua terra, quindi non inventò nulla di nuovo ma interpretò in modo originale i testi della scuola vedica, le Upanishad. Cercò di divulgare queste conoscenze spirituali che erano tenute nascoste dai sacerdoti per motivi di potere. Il buddhismo, infatti, mette in discussione ogni autorità, ogni centro di potere e sostiene che non bisogna fidarsi di ciò che è detto o di ciò che è scritto ma solo di ritenere veri quegli insegnamenti che si rivelano utili nella pratica. Secondo i principi buddhisti la vita è in continuo movimento e ciò che resta costante è il cambiamento e se opponiamo resistenza al cambiamento soffriamo: ecco la sofferenza è la parola centrale nel pensiero buddhista. Inoltre il
Estratto dalla tesi: Mindfulness: metodologia scientifica e saggezza orientale s'incontrano