Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'appropriatezza pre-analitica in Microbiologia: valutazione dell'applicazione di protocolli condivisi per emocolture ed urocolture

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Angela Samiolo Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 703 click dal 15/03/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Angela Samiolo

Mostra/Nascondi contenuto.
1.3.1 FASE PRE-ANALITICA Per una diagnosi accurata ed attendibile, la richiesta deve essere congrua rispetto al quesito diagnostico e il campione biologico deve essere appropriato rispetto alla richiesta di esami. A causa delle difficoltà di integrare le caratteristiche del campione con la congruità della richiesta, la scelta della prestazione in Microbiologia è condizionata dalla conformità del prodotto in entrata, definita in relazione a requisiti standard. Pertanto, un campione corretto è il primo requisito della qualità in Microbiologia. La conformità si realizza attraverso l'utilizzo di protocolli, redatti a seguito di una stretta collaborazione tra microbiologo e clinico, sulle modalità di prelievo, trasporto e conservazione del campione, l'utilizzo di profili di esami per materiali e l'uso di percorsi diagnostici in relazione alla patologia. La norma UNI EN ISO 15189 definisce i profili di responsabilità: l'Unità Ospedaliera di degenza, o la struttura che effettua il prelievo, è direttamente responsabile della corretta raccolta del campione, della sua adeguata identificazione, della corretta compilazione del modulo di richiesta, del tempestivo invio del campione al laboratorio. Qualora ciò non fosse possibile, è altresì responsabile della conservazione del campione secondo le modalità indicate nei protocolli redatti e forniti dal laboratorio di Microbiologia. È responsabilità del laboratorio di Microbiologia predisporre istruzioni scritte specifiche, per ogni tipologia di campione, per la corretta raccolta e manipolazione, e raggrupparle in un manuale di raccolta dei campioni primari rendendole disponibili ai responsabili dei prelievi. È compito del laboratorio monitorare l'osservanza e l'applicazione delle procedure/istruzioni ed essere disponibile a fornire ulteriori chiarimenti. Il personale del laboratorio è responsabile della segnalazione di “non conformità” relativa al prelievo. Il responsabile della Microbiologia deve organizzare la formazione e l'aggiornamento del personale nonché l'aggiornamento del manuale per la raccolta e la conservazione dei materiali per le ricerche microbiologiche. Il laboratorio deve predisporre una procedura scritta per le modalità di richiesta e di trasmissione al servizio degli esami urgenti, nel rispetto dei criteri di tracciabilità. La procedura deve includere i dettagli sulla specifica evidenza nel modulo di richiesta e sul campione primario, le modalità di trasferimento del campione all'area analitica del laboratorio, del processamento rapido e dei criteri particolari di refertazione da seguire. 11
Estratto dalla tesi: L'appropriatezza pre-analitica in Microbiologia: valutazione dell'applicazione di protocolli condivisi per emocolture ed urocolture