Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Relazione tra il recettore oculare e gli squilibri posturali

Tesi di Master

Autore: Angelo Pancaro Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 264 click dal 14/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Estratto della Tesi di Angelo Pancaro

Mostra/Nascondi contenuto.
Relazione tra il recettore oculare e gli squilibri posturali Angelo Pancaro 9 della sclera, sempre al davanti dell’equatore. È anch’esso innervato dal nervo oculomo- tore e la sua contrazione abbassa il globo oculare. Il muscolo retto mediale, il più robusto tra i muscoli extraoculari; origina dal segmento mediale dell’anello tendineo e si inserisce sulla parte mediale della sclera, al davanti dell’equatore. È innervato dal nervo oculomo- tore e la sua contrazione provoca uno spostamento in direzione mediale del polo anteriore dell’occhio. Il muscolo retto laterale origina dal margine laterale dell’anello tendineo e si inserisce sulla parte laterale della sclera, al davanti dell’equatore. È innervato dal nervo abducente e contraendosi ruota il bulbo oculare lateralmente. Per quanto riguarda i due obliqui, invece, il muscolo obliquo superiore origina dal contorno mediale del foro ot- tico e, dirigendosi in avanti verso il tetto dell’orbita, il suo tendine si insinua in un piccolo anello fibrocartilagineo (troclea) situato sulla parte mediale del tetto dell’osso frontale quindi, dopo aver attraversato tale anello, si dirige lateralmente e obliquamente e, pas- sando sotto il muscolo retto superiore, va ad inserirsi, obliquamente, sul quadrante supero - esterno della sclera al di dietro dell’equatore. È innervato dal nervo trocleare e la sua contrazione ruota il globo oculare in basso e lateralmente. Il muscolo obliquo inferiore origina dall’osso mascellare e, portandosi lateralmente, va ad inserirsi sulla sclera, pas- sando al di sotto del muscolo retto inferiore, nel quadrante infero - laterale al di dietro dell’equatore. È innervato dal nervo oculomotore e la sua contrazione ruota il globo ocu- lare in alto e lateralmente. 1.3 FISIOLOGIA DELL’APPARATO VISIVO Nell’occhio la luce entra attraverso la cornea e l’iride, quindi oltrepassa l’umore acqueo, il cristallino e l’umore vitreo. Queste strutture costituiscono un sistema di lenti convergenti, biconvesse, che determinano la proiezione dell’immagine osservata, rimpic- ciolita e capovolta, sulla retina. L’immagine qui formatasi viene raccolta dalle cellule
Estratto dalla tesi: Relazione tra il recettore oculare e gli squilibri posturali