Skip to content

Gestire per includere

Il concetto di inclusione chiede alla scuola di rimuovere tutti gli elementi che possono rappresentare un ostacolo alla promozione della persona e di offrire tutti gli elementi di facilitazione che aiutino a superare difficoltà e funzioni non adeguate.
Gli insegnanti di oggi sono consapevoli che il vero problema della scuola attuale è il fatto che in classe convivono contemporaneamente nel medesimo contesto formativo, il disabile, il soggetto difficile sul piano comportamentale, il ragazzo straniero che conosce poco la lingua e gli altri allievi che presentano tutti le loro piccole o grandi problematiche. In questa situazione è estremamente difficile lavorare e il docente rischia di non essere in grado di gestire la classe.
I comportamenti di molti allievi hanno costretto gli insegnanti a capire che la soluzione a questa situazione passa solo attraverso un'attenta opera educativa capace di far vivere forti esperienze di impegno sociale, perché la maturazione della persona, soprattutto di quella con deficit, passa attraverso la convivenza socio-relazionale con gli altri.

Corso di formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di Sostegno Didattico agli alunni con disabilità.
Dossier di tirocinio per la specializzazione del Tfa scuola primaria ed elaborato teorico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
49 Approfondimento teorico GESTIRE PER INCLUDERE INTRODUZIONE La scelta di questo argomento per il mio approfondimento teorico è scaturita partendo dai miei punti di debolezza definiti nell'analisi SWOT. Essendo io una giovane insegnante, appena entrata nel mondo del lavoro e dovendo fare un bilancio del mio primo anno in cattedra e del mio percorso di tirocinio, posso affermare che le difficoltà maggiori che ho incontrato riguardano sicuramente la gestione della classe. Non è facile avere a che fare con circa venti personalità diverse e riuscire a gestirle cercando di andare incontro alle esigenze di tutti e provando a far emergere le potenzialità di ciascuno, soprattutto del bambino con disabilità. In Italia da oltre 40 anni, è in atto l'esperienza di un modello pedagogico integrato che offre l'opportunità ad ogni allievo in età evolutiva di accedere al servizio senza preclusioni di sesso, età, razza e di deficit. Infatti, la situazione in Italia permette anche al soggetto grave sul piano cognitivo di poter accedere ai normali percorsi scolastici. 1 Nonostante i grandi passi avanti degli ultimi anni, la gestione del ragazzo con disabilità in classe resta fonte di preoccupazione, ma ciò che inquieta di più è trovare il modo per riuscire a soddisfare le esigenze di tutti gli allievi presenti in aula. Nel mio quadro teorico cercherò, quindi, di presentare il concetto di inclusione legato alla gestione della classe e le varie strategie che un insegnante può mettere in atto, affinché questa risulti efficace e produttiva. 1. LA SCUOLA DELL’INCLUSIONE 1.1 LA GESTIONE DELLA CLASSE IN CHIAVE INCLUSIVA Il concetto di inclusione chiede alla scuola di rimuovere tutti gli elementi che possono rappresentare un ostacolo alla promozione della persona e di offrire tutti gli elementi di facilitazione che aiutino a superare difficoltà e funzioni non adeguate. L'insegnante può definirsi inclusivo quando:  i suoi obiettivi sono il rispetto di tutte le differenze e il superamento delle barriere che impediscono la partecipazione al processo d'apprendimento; 1 D’Alonzo L. (2020), La gestione della classe per l’inclusione, Schole ̀

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Informazioni tesi

  Autore: Benedetta Borrello
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Tirocinio Formativo Attivo in Sostegno scuola primaria
Anno: 2021
Docente/Relatore: Gianluca Amatori
Istituito da: Università Europea di Roma
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi