Skip to content

''la Repubblica'' di Eugenio Scalfari

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 Scrive il fondatore di “Repubblica”: “I punti di riferimento sono diventati pochissimi, le forme sono mutevoli, si passa dall’una all’altra con rapida leggerezza e la leggerezza poi, insieme alla metamorfosi, è diventata uno dei pochi canoni dell’esistenza. C’è una leggerezza profonda e una superficiale, la bizzarria e la stolidità; Amleto è simbolo della leggerezza melanconica, per questo si pone come il personaggio- chiave della modernità quasi cinquecento anni dopo. […] Anche le convinzioni, i caratteri e i sentimenti sono diventati flessibili. Un tempo chi nasceva da famiglie di sinistra o di destra, cattoliche o laiche, restava nello stesso ambito politico e culturale. Oggi non è più così, il voto familiare si è sciolto ma è la stessa persona a passare senza problemi da un’appartenenza politica ad un’altra, secondo le convenienze del momento, secondo uno spot efficace, un personaggio carismatico o una moda. Molti di noi, giovani di cinquant’anni fa, hanno sperato ed anche operato affinché questi cambiamenti avvenissero, affinché le forme della vita fossero più fluide, affinché ciascuno si sentisse responsabile delle proprie decisioni e le sottoponesse a verifica senza tabù e ideologie prefabbricate. Pensavamo che una società così rinnovata sarebbe stata più matura, più consapevole, più solidale e generosa. Non mi pare che la piega delle cose stia andando in questa direzione. Forse è ancora presto per dare un giudizio. Forse i vecchi sono portati al rimpianto dei tempi loro. E mettiamoci pure che le vecchie forme sono deperite ma le nuove sono ancora in fase germinale. Io me lo auguro e certo, alla fine, sarà così: né meglio né peggio ma diverso da prima. Perciò sono ottimista sul futuro. Ma lasciatemi dire che questo presente, finchè dura, fa proprio schifo”. La citazione proviene dall’articolo intitolato: “C’era una volta l’estate…” nella rubrica: “Il vetro soffiato” ed è datato 22 agosto 2002. I due articoli citati sono solo una goccia nell’oceano delle testimonianze di questo nuovo Scalfari; diverso, incline alla malinconia, nostalgico per i bei tempi andati, rassegnato ma ancora tuttavia ottimista. La lenta involuzione che testimoniano ha portato il suo spirito di denuncia, l’antico suo manicheismo, il caratteristico mordente dell’ opinion leader in direzione di interventi sempre meno mirati, meno circoscritti, preferiti a quelli personalistici di un tempo. I lettori più attenti riconoscono Scalfari distaccato, ironico, addirittura scanzonato e frivolo rispetto a quello di un tempo; come se, all’improvviso, alla stregua di un vecchio saggio che ha capito il mondo e da esso nulla pretende egli preferisse ridere delle beghe dell’uomo dal suo adorato eremitaggio piuttosto che provare a combatterle; oppure si fosse reso improvvisamente conto che esistono cose ben più importanti sulle quali iniziare a riflettere in vecchiaia. L’impressione generale che ne deriva è che Scalfari si è riscoperto improvvisamente vecchio e ha inaugurato una nuova fase della sua carriera giornalistica.
Anteprima della tesi: ''la Repubblica'' di Eugenio Scalfari, Pagina 5

Preview dalla tesi:

''la Repubblica'' di Eugenio Scalfari

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Pugliese
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Francesco Malgeri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 405

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

eugenio scalfari
ezio mauro
giornalismo
giornalista
mondadori
settimanale espresso
stampa
storia dei quotidiani italiani
stragi di stato e stampa
terrorismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi