Resilience individuale e contesto organizzativo: il caso Oracle

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI RESILIENCE Mai come oggi l’ambiente economico è stato tanto mutevole e i confini tra i settori tanto labili. Il concetto di Resilience, nella accezione dell’esperienza soggettiva, produce sia percezioni di esclusività che di inafferrabilità, non si può valutare ed analizzare prima di un episodio, è qualcosa che si comprende solo a posteriori. 1.1 Definizione formale La trasposizione del vocabolo nella lingua italiana, benché abbia comunque evidenti origini latine, è “Resilienza”: termine poco impiegato , ma da qualche anno sottoposto ad una congrua adozione multidisciplinare, per spiegare alcuni fenomeni comportamentali che hanno avuto esiti di successo. Si parla di Resilience quando si trattano argomenti appartenenti al campo della Fisica (ingegneria) e della Biologia. Consultando qualsiasi dizionario o enciclopedia, alla voce suddetta troviamo questa definizione: Capacità di un materiale di assorbire un urto senza rompersi 1 E ancora: Capacità di autoripararsi dopo un danno 2 È possibile considerare la resilienza anche come unità di misura della resistenza fisica di un materiale il cui contrario è l’indice di fragilità. 1 Definizione tratta da Il dizionario della lingua italiana, G. Devoto e G. C. Oli, Ed. Le Monnier 2 Definizione tratta da Wikipedia, L’Enciclopedia libera; www.wikipedia.org

Anteprima della Tesi di Alessandra Villa

Anteprima della tesi: Resilience individuale e contesto organizzativo: il caso Oracle, Pagina 9

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Alessandra Villa Contatta »

Composta da 232 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2875 click dal 24/01/2007.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.