Skip to content

L'Alguer ritrovata. Le politiche catalaniste ad Alghero

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione III inganna le ‘previsioni’, sono destinati ad essere rimodellati e inseriti in una storia patria che riporterà Alghero a quel l’Alguer che affonda le sue radici nella Sardegna spagnola. Fino e oltre il primo retrobament la catalanità di Alghero era solo una questione di storia, dal secondo diventa invece una questione etnico-culturale: l’etnicizzazione non si dà per conclusa ovviamente, ma va consolidandosi visibilmente, e le tracce che dalla riscoperta portano alla renaxensa alguerèsa sono ancora fresche, e ci consentono di delineare una storia recente della (ri)nascita de l’Alguer che grossomodo inizia negli anni ’80, quindi leggermente più tardi del secondo retrobament del 1960 (l’arrivo della nave di una nave da crociera con a bordo una delegazione ufficiale di personaggi di spicco che si recarono in visita dai ritrovati fratelli catalani algheresi), e ben un secolo dopo il precedente rappresentato dal reportage di Eduard Toda i Guell (il console spagnolo che negli anni ’80 dell’ottocento, durante una visita ufficiale in Sardegna si recò a vedere di persona quella cittadina di cui già da un po’ di tempo si parlava nei circoli culturali barcellonesi, rimanendone colpito al punto di scriverne tre libri monografici negli anni successivi); ed è proprio il fatto di essere un processo ancora (in parte) in divenire a rendere preziosa l’occasione rappresentata dalla comunità algherese. Parlare di un caso europeo sotto la luce della finzione etnica significa rompere un muro, ed è stato difficoltoso reperire bibliografia di taglio antropologico sulla ricca casistica europea; ritengo che questo sia, con ogni probabilità, dovuto al fatto che in Europa (maggiormente rispetto ad altri angoli del pianeta?), tutte le pulsioni etno-nazionaliste si sono date un espressione politica ufficiale. La politicizzazione delle culture minoritarie europee è un processo più organico di quanto possa apparire ad un primo sguardo. Una concatenazione di pressioni e influenze che dal comunitarismo continentale porta all’autonomismo sardista (poi all’indipendentismo) dell’isola, che a sua volta ha reso possibile l’ingresso nelle politiche comunali del catalanismo algherese. Ognuna delle tematiche affrontate per quanto riguarda il caso algherese andrebbe sviluppata a fondo, singolarmente, ma non è stato possibile fissare come argomento della tesi, ad esempio, il solo scambio dei doni durante il secondo retrobament, proprio perchè manca un lavoro sul quadro generale da cui partire. Mi preme infine sottolineare che non c’è nessun giudizio di valore di fondo a guidare queste riflessioni. Fare ordine, da una angolazione antropologica, in ciò che si è delineato come la reinvenzione di un’appartenenza non vuol dire in alcun modo sminuire questa appartenenza. Quello del caso etnografico in questione ha la sua collocazione fra la totalità quei processi
Anteprima della tesi: L'Alguer ritrovata. Le politiche catalaniste ad Alghero, Pagina 3

Preview dalla tesi:

L'Alguer ritrovata. Le politiche catalaniste ad Alghero

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Federico Palmas
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Gaetano Mangiameli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 90

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alghero
alguer
antropología política
autonomia
catalanismo
catalano
catalogna
enticità
etnia
etno-linguistica
etno-nazionalismi
etnografia
etnologia
europa
identità
identità etnica
indipendentismo
linguistica
monserrat
nazionalismi
nazionalismo
politica
retrobament
sardegna

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi