Skip to content

Un futuro per la Green Economy? Le politiche di sostegno all'economia verde

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Dow Jones 1 Nel grafico è evidente la curiosa concomitanza tra inizio della crisi finanziaria e inizio della diffusione delle espressioni esaminate ) con la diffusione di due espressioni molto frequenti a proposito del tema esaminato: “green economy” (preferito anche nei testi italiani rispetto all’espressione “economia verde”) e “green new deal”. 2 , una concomitanza peraltro già segnalata 3 Figura 1 - Indice Dow Jones e diffusione di espressioni green sul web . Un’altra espressione che si diffonde sui media (solo uno dei programmi elettorali dei candidati alla presidenza regionale vi fa un esplicito riferimento), spesso connessa con “green new deal”, è “green jobs” relativa agli impieghi nel mondo dell’economia verde. È un’espressione che comincia a diffondersi anche grazie ai Fondi Strutturali e all’attenzione da essi dedicata alle fonti rinnovabili, allo sviluppo sostenibile e alle opportunità di lavoro che dovrebbero scaturire dall’economia verde ma anche in relazione a quelle che lo United Nations Environmental Programme identifica come grandi potenzialità di recupero per superare la crisi finanziaria (UNEP, 2009). Si tratta spesso di un’espressione che è connessa con la richiesta o il riconoscimento della necessità di un intervento pubblico mediante contributi, 1 Secondo il Dizionario Economico Simone l’indice Dow Jones è la “media aritmetica, espressa in dollari, della variazione giornaliera dei corsi dei principali titoli azionari (Blue chips) quotati alla Borsa di New York. Il termine Dow Jones usato in senso generico è riferito all'andamento dei 30 titoli industriali più importanti”. 2 I due grafici relativi alla numerosità di pagine su internet sono stati costruiti a partire da dati ricavati da Google. In un caso si tratta di pagine in lingua italiano nel cui testo compare l’espressione “green economy”; nell’altro caso si tratta di pagine in lingua inglese nel cui titolo compare l’espressione “green new deal”.I dati devono essere presi con un una certa cautela perché le date fornite sono spesso solo indicative ed a volte anche errate; inoltre il tipo di analisi tiene conto solo delle pagine sottoposte ad indicizzazione dal motore di ricerca che rappresentano solo un sottoinsieme delle pagine disponibili sul web. Infine occorre segnalare che i valori non sono stabili e quindi ripetibili nel tempo in quanto ogni nuova pagina pubblicata la cui data viene interpretata erroneamente può cambiare la frequenza di un periodo precedente. Malgrado queste limitazioni rimane comunque l’evidenza di un segnale di crescita dell’interesse rispetto a questi temi, interesse sorto contemporaneamente alla’acuirsi della crisi finanziaria. 3 Si veda ad esempio Giampietro Garioni, Green Economy, la normativa europea sull'energia rinnovabile, su www.01net.it del 20 luglio 2010 0 100 200 300 400 500 600 0 2000 4000 6000 8000 10000 12000 14000 16000 gen-08 lug-08 gen-09 lug-09 gen-10 lug-10 Pa gine su internet I ndice Dow J ones Indice Dow Jones Green Economy Green New Deal
Anteprima della tesi: Un futuro per la Green Economy? Le politiche di sostegno all'economia verde, Pagina 4

Preview dalla tesi:

Un futuro per la Green Economy? Le politiche di sostegno all'economia verde

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Claudio Marchisio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dell'Economia
  Corso: Economia e Informatica per la Gestione delle Imprese
  Relatore: Francesco Silvestri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 37

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi