Skip to content

Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 L’esperienza individuale del giovane Querini si presterà così ad essere il filo conduttore di questo studio, senza che ciò impedisca di trascenderne la particolarità fino a giungere a sfiorare quell’aspetto che potremmo definire della «coscienza collettiva». Ad invitarci a mettere in costante relazione questi due ambiti, d’altra parte, sono anche i termini cronologici scelti per la nostra analisi – 1680, anno di nascita di Querini, e 1714, anno del ritorno in Italia in seguito al viaggio in Europa – che corrispondono esattamente a quelli indicati da Paul Hazard nel 1935 – ma la storiografia attuale non accetta più una periodizzazione così precisa – ad includere il periodo che avrebbe segnato la «crisi della coscienza europea». Querini si situa, da questo punto di vista, in una posizione realmente privilegiata. Sul piano sociale, inteso sia in senso verticale, sia a livello orizzontale, infatti, egli, fin dalla più giovane età, si trovò costantemente a contatto con una pluralità di contesti. Verticalmente, difatti, rampollo di un’importante famiglia patrizia veneziana, studiando presso i gesuiti, ma scegliendo di entrare nell’ordine benedettino, egli decise di intraprendere quella via religiosa che gli sarebbe stata rimproverata dai familiari fino alla maturità, e che gli permise di divenire non un semplice monaco, ma un monaco – e, dopo il 1714, un vescovo e un cardinale – erudito. Orizzontalmente, da veneziano conobbe sin da bambino la Terraferma, frequentando per nove anni il collegio della Compagnia di Brescia; la scelta religiosa lo condusse poi a Firenze, dove rimase dal termine del 1696 fino all’ottobre 1710; mentre, in seguito, l’interesse erudito, in particolare, lo spinse a quel grande viaggio in Europa che, durato più di tre anni, l’avrebbe portato prima a percorrere i territori tedeschi, le Province Unite, l’Inghilterra e i Paesi Bassi meridionali (ottobre 1710-aprile 1711), ed infine la Francia e Parigi, i suoi due veri grandi obiettivi (aprile 1711-aprile 1714). Ciò che è importante sottolineare, è che quella compiuta da Querini, sia verso la religione, sia verso l’erudizione, fu una scelta personale, che congiunse questi due termini in una relazione alla pari, nella quale l’una fu posta a sostegno dell’altra. Ed è proprio a questo legame che la nostra attenzione dovrà essere e sarà continuamente volta, perché è in questo rapporto che – almeno a nostro avviso – si riassume, non semplicemente il significato stesso della vita di Querini, ma il senso di un’epoca, tanto da coinvolgere un’intera società fino a mutarne, in modo più o meno profondo, il carattere, la «coscienza», la direzione a cui tendere. Cosicché, lo ripetiamo, l’esperienza privilegiata dell’individuo Querini, attraversando differenti contesti e valicando diversi confini e barriere, ci permetterà, pur costituendone il cardine, di affrontare un discorso più ampio. Centrali, all’interno di questo cammino, saranno i modi concreti di attuazione e i concetti di erudizione e di religione, rapportati sì a un ambito collettivo oltrepassante la particolarità del singolo, ma pur sempre osservati secondo una prospettiva specifica: quella della Repubblica delle lettere. Comunità estesa all’intera Europa, ma al contempo gerarchizzata e ristretta, la Repubblica
Anteprima della tesi: Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Erudizione e religione. Angelo Maria Querini e il respiro dell'Europa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Busi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia e documentazione storica
  Relatore: Silvia Maria Pizzetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 514

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benedettini
querini angelo maria
gesuiti
giansenismo
firenze-xviii secolo
province unite-xviii secolo
italia-xviii secolo
europa-xviii secolo
brescia-xviii secolo
religione
unigenitus
venezia-xviii secolo
voyage littéraire
viaggio
maurini
repubblica delle lettere
inghilterra-xviii secolo
erudizione
francia-xviii secolo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi