Skip to content

Ucwalmicw T'micw, la nostra terra: dinamiche di gestione fondiaria dei territori indigeni in British Columbia

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
del sottoscritto come “l'ennesimo sama7 ["bianco"] che vuole studiarci ed andarsene” e la definizione di me stesso, ripetutami in più occasioni, come qualcuno “che li stava studiando”. Ho dovuto convivere con questa identificazione che racchiudeva un giudizio, che ritenevo deleterio all'interazione serena, più che in incontri faccia a faccia, in occasioni pubbliche, durante cene sociali nella sede del Consiglio di Banda (Band Council), nei mercatini, girando per le strade: mi sono sentito vittima di reciproci stereotipi ed incomprensioni, che bloccavano l'interazione immediata. Alcune volte ho patito stress e ricadute emotive, dovute a sentimenti di impotenza, come se incarnassi degli immaginari per il colore della mia pelle, e come se i miei immaginari sulle persone che mi trovavo davanti inibissero il nostro dialogo sereno, e non potessi farci nulla. Si faceva strada in me un sentimento insistente di inadeguatezza: potevo io, ragazzo di nemmeno ventisei anni, riuscire a comprendere la storia, le sfide e la cultura di persone anziane e difficili, che avevano sicuramente un'esperienza molto più profonda della mia? Frequentemente non mi sono sentito all'altezza, anzi, mi sentivo presuntuoso in questa mia volontà: avevo timore che questa indesiderata presunzione fosse di blocco al sereno svolgersi delle interazioni, fossero esse finalizzate o meno alla raccolta di informazioni. Questi sentimenti ed impressioni si affievolirono nel tempo, i rapporti pubblici si fecero meno diffidenti; i dialoghi divennero informali e le occasioni d'incontro frequenti mi resero sempre più assimilabile ed assimilante la comunità in cui mi trovavo. Con i miei conoscenti più stretti, la cerchia con cui intrattenevo rapporti quotidiani, la condivisione dei piccoli aspetti della vita dava una presentazione del sottoscritto molto più comprensibile di tutte le parole inglesi che potessi pronunciare, agli occhi di persone che ben sapevano leggere le reazioni ed atteggiamenti di un ragazzo di ventisei anni, loro, che di anni ne avevano almeno il doppio. Inoltre, quando con queste persone è venuto fuori, nei dialoghi, l'aspetto "colore della pelle", spesso mi hanno considerato un "relativamente bianco", in quanto Italiano, in quanto "conosciuto". Limitatamente a queste interazioni, credo che con "bianco" intendessero, dunque, una serie di concetti come Anglosassone, Colono, spesso razzista, o comunque "ipocritamente benpensante". Hubert Jim mi ha contrapposto agli "Inglesi bianco latte" che mi avrebbero guardato male per la pelle relativamente scura; Elmer Dan, con una battuta, una volta mi ha chiamato white nigger 6 . Con queste persone ho intrattenuto ed intrattengo tutt'ora 6 Lett. negro bianco, il discorso stava vertendo sugli atteggiamenti razzisti della società canadese, e sull'appellativo red nigger (negro rosso) di cui sono oggetto i Nativi ancora oggi. Essendo io occupato a scaricare la legna, ed altri lavori, in maniera quasi quotidiana, Elmer mi appellò scherzosamente white nigger, cosa che mi galvanizzò non poco. Forse perché, non essendo quasi mai stato oggetto di razzismo relativamente al colore della mia pelle, potevo godere di questa definizione in modo contingente agli eventi. Sta di fatto che ne ridemmo abbondantemente. 15
Anteprima della tesi: Ucwalmicw T'micw, la nostra terra: dinamiche di gestione fondiaria dei territori indigeni in British Columbia, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Ucwalmicw T'micw, la nostra terra: dinamiche di gestione fondiaria dei territori indigeni in British Columbia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Montaletti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Antropologia
  Relatore: Stefano Boni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 275

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

resistenza
antropologia economica
canada
decolonizzazione
colonizzazione
assimilazione
postcolonialismo
antropología política
nativi
first nations
intrecci culturali
british columbia
indians
stl'atl'imx

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi