Skip to content

Prevenzione, valutazione, gestione del rischio stress lavoro-correlato, un'applicazione del Metodo delle Congruenze Organizzative

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
15 Molti studi, in generale, furono stimolati dall’evoluzione del concetto di salute e fu subito constatato che il benessere fisico, mentale e sociale, cioè la salute intesa come benessere 2 , era qualcosa che implicava la sua percezione dagli stessi individui e ciò costrinse a riconsiderare il valore e l’importanza che veniva attribuita, per esempio, alle cosiddette certificazioni mediche di “sana e robusta costituzione” richieste dalle leggi affinché le persone potessero svolgere diverse attività professionali e di altro genere (scolastiche, impiegatizie, guida di autoveicoli, porto d’armi ecc.). Tali certificazioni si basavano infatti su una serie di rilevazioni di valori, da parte del medico, utili a decretare la sana e robusta costituzione della persona; non si considerava però, come il benessere fosse percepito dal soggetto. In occasione della conferenza sull’assistenza sanitaria primaria tenutasi tra il 6 e il 12 settembre 1978 ad Alma Ata (ex-Unione Sovietica), l’Organizzazione Mondiale della Sanità, al primo dei dieci punti della dichiarazione ribadisce “that health, which is a state of complete physical, mental and social wellbeing, and not merely the absence of disease or infirmity, is a fundamental human right and that the attainment of the highest possible level of health is a most important world- wide social goal whose realization requires the action of many other social and economic sectors in addition to the health sector”; questa articolata definizione configura esplicitamente un’esigenza di approccio interdisciplinare allo studio della salute, chiamando in causa i settori economici e sociali in aggiunta a quello sanitario (Rulli 2011a, p. 7). L’impatto della nuova concezione, come si può immaginare, è stato enorme nel campo della cultura, delle scienze e delle politiche sanitarie (Paccagnella 2005, p. 22). L’affermazione positiva della salute come benessere fisico, mentale e sociale della persona, rispetto al concetto negativo tradizionale di salute come assenza di malattie, provocò una sorta di terremoto, si può dire, nel campo della medicina; questa, che si era impegnata da secoli principalmente, salvo importanti eccezioni, nello studio e nella lotta contro le malattie per diagnosticarle, curarle, prevenirle e prolungare la vita dei malati, si trovò impreparata di fronte alla nuova prospettiva di tutelare e promuovere in positivo la salute. L’area della salute umana si allargò 2 Da questo punto in avanti i concetti di “salute” e “benessere” saranno utilizzati come sinonimi, in riferimento alla definizione coniata dall’OMS.
Anteprima della tesi: Prevenzione, valutazione, gestione del rischio stress lavoro-correlato, un'applicazione del Metodo delle Congruenze Organizzative, Pagina 11

Preview dalla tesi:

Prevenzione, valutazione, gestione del rischio stress lavoro-correlato, un'applicazione del Metodo delle Congruenze Organizzative

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Valerio Miceli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Roberto Albano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 216

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

infortuni sul lavoro
prevenzione
stress
sicurezza sul lavoro
d. lgs. 626-94
documento di valutazione dei rischi
inail
ergonomia
accordo quadro
sociologia dell'organizzazione
epistemologia delle scienze sociali
gestione dei rischi
teoria organizzativa
analisi organizzativa
ispesl
testo unico sulla sicurezza
stress lavoro correlato
direttiva quadro
metodologia delle scienze sociali
d.lgs. 81/08
teoria dell'agire organizzativo
accordo europeo 2004
salute sul lavoro
costrittività organizzativa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi