Skip to content

Roma 1849. La Costituzione della Repubblica

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 L’incremento delle nascite e il non proporzionale aumento della produttività agricola e industriale furono elementi centrali nella crisi economica. «Within this broader period, 1845-7 were particu- larly difficult years, because they saw the interaction of three separate but interrelated crises: a run of very poor harvests; a trade cycle downturn, what would today be called a recession; and a finan- cial and banking panic, reflecting the first two difficulties, but also showing the insufficiency of ex- isting financial institutions» 3 . Il primo sussulto del 1848 avvenne a Milano il 1° gennaio. «I notabili italiani, ispirandosi all’esempio del Boston Tea Party del 1773, organizzarono un’azione di boicottaggio del tabacco, […] il giorno di capodanno i milanesi smisero di fumare» 4 . Le entrate tributarie erano gestite dagli austriaci e questo sciopero era destinato a provocare la reazione del governo occupante. Inoltre «l’astensione dal fumo era presentata [dai patrioti] come una prova di virtù e di continenza del po- polo italiano» 5 . Il 12 gennaio a Palermo la popolazione scese in piazza chiedendo la Costituzione, e lo stesso avvenne a Napoli a fine gennaio. Le proteste nel Regno delle Due Sicilie mostrarono la fragilità dei governi esistenti, e di contro la forza della mobilitazione popolare 6 . Re Ferdinando II di Borbone, spaventato dalla possibile deriva rivoluzionaria, «ritenne, alla fine, che poteva salvaguardare la sua autorità solo concedendo spontaneamente una Costituzione, che coniugasse la continuità del potere dinastico con la rappresentanza scelta dalla nazione» 7 , cioè una Carta costituzionale sul modello di quella francese del 1830. «Paradossalmente dunque, e in virtù della spinta dal basso, diventava pri- mo re costituzionale della Penisola proprio il futuro “re bomba” 8 , che fino allora era stato il principe più ostinatamente refrattario a qualsiasi innovazione» 9 . Anche nel resto della Penisola furono con- cesse Costituzioni. Il 17 febbraio il Granducato di Toscana si dotò di uno Statuto, seguì il 14 marzo lo Stato della Chiesa. È opportuno menzionare in particolar modo allo Statuto albertino. «Nei primi giorni del 1848 si fece largo in settori del liberalismo subalpino l’idea che una Costituzione concessa dal re 3 Ivi, p. 105. 4 Mike Rapport, 1848 l’anno della rivoluzione, Roma, Laterza, 2008, p. 58. 5 Enrico Francia, 1848 la rivoluzione del Risorgimento, Bologna, Il Mulino, 2012, p. 122. 6 Cfr. Ivi, p. 105. 7 Ivi, p. 108. 8 L’epiteto “re bomba” fu attribuito a re Ferdinando II di Borbone dai suoi sudditi in seguito ai violenti bombardamenti ordinati contro la popolazione siciliana nel 1848. La storiografia è incerta sulla data e il luogo dell’evento. La visione più condivisa dagli storici è che il soprannome derivi dal bombardamento di Messina del 5 settembre. Una storiografia più recente invece fa risalire l’evento al bombardamento di Palermo del 15 gennaio. Per le note biografiche si veda Di- zionario biografico degli italiani, Roma, Istituto della enciclopedia italiana, 1996, vol. 46, pp. 226-242. 9 Franco Della Peruta, Mazzini e la Repubblica romana, cit., p. 212.
Anteprima della tesi: Roma 1849. La Costituzione della Repubblica, Pagina 7

Preview dalla tesi:

Roma 1849. La Costituzione della Repubblica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Simone Antonelli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Antonio D'Alessandri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
redazi[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

costituzione
pio ix
repubblica romana
garibaldi
mazzini
armellini
1849
oudinot
saffi
pio 9

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi