Skip to content

Lo sviluppo della tecnica metaforica ed il ruolo del narratore in quattro opere del primo William Golding: ''The Inheritors''(1955), ''Pincher Martin''(1956), ''Free Fall''(1959) e ''The Spire''(1964)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PRIMO: �FABLE�. PINCHER MARTIN (1956) 6 bridge of a ship, an order picked out across a far sky in neon lighting, a tall, thin man who stood aside humbly in the darkness at the top of a companion ladder; there was a man hanging in the sea like a glass sailor in a jam jar. 17 Questa rassegna di immagini caotiche anticipa numerosi episodi della vita personale e sociale del naufrago, ma non viene fornita dal narratore alcuna ulteriore spiegazione. Il narratore sembra non sforzarsi di voler capire il significato di queste visioni perché, nel suo lavoro di immedesimazione con il naufrago, concorda con lui nel definire queste immagini come “remote”, indifferenti in tale frangente. Il narratore, in definitiva, è piuttosto liberale nei confronti dell’oggetto stesso della diegesi: non è onnisciente in senso tradizionale, bensì immedesimato. E’ in questa soluzione narrativa che risalta il valore polisemico (pluri-motivato, quindi metaforico) di questo “fable”. Il narratore lascia Pincher Martin libero di manifestare il suo “mondo alternativo”, che risulta però disgregato dai corsi e ricorsi della memoria in episodi senza più deissi spazio-temporale (il protagonista perde la cognizione del tempo e rievoca ambientazioni talvolta mai esistite). Invece di giudicare o criticare la condotta di vita dell’eroe, il mittente del messaggio narrativo permette al personaggio di definirsi autonomamente e, di conseguenza, è il dato oggettivo di chi osserva dall’esterno il personaggio a dichiararne il fallimento morale. In questa maniera è lo stesso protagonista a scardinare la sua presunta compiutezza. Primo indizio di tale smascheramento involontario sono primariamente le immagini metaforiche. Esse diventano uno strumento polisemico di decifrazione del ritratto del protagonista perché consentono di andare ben oltre i dati personali e le azioni concrete del naufrago, superando le limitazioni del linguaggio letterale e spingendo il lettore ad una prospettiva più universale e persino ultraterrena dell’esperienza di Pincher Martin. La metafora è davvero la chiave di volta di questo “fable”, perché una interpretazione letterale della vicenda è inammissibile, contrariamente a quanto accade per l’allegoria 18 . Attraverso le varie espressioni figurate che abbozzano l’identità enigmatica dell’eroe, è possibile risalire ad un’esistenza complessa ma fragile. La metafora, 17 Ibidem, pp.25-26. Le immagini che andavano e venivano nella sua testa non lo disturbavano perch� erano cos� piccole e remote. C�era un corpo di donna, bianco e dettagliato, c�era un corpo di ragazzo; c�erano un botteghino, il ponte di una nave, un ordine illuminato al neon visibile a distanza nel cielo, un uomo alto, magro che se ne stava dimessamente in disparte nell�oscurit� in cima ad una scala interna; c�era un uomo che ondeggiava nel mare come un marinaio di vetro in un barattolo da marmellata. 18 UMBERTO ECO affronta la questione della �letteralit�� di interpretazione dei due tropi nel saggio Semiotica e filosofia del linguaggio, Giulio Einaudi Editore, Torino, 1984. Ne offriamo uno stralcio: �Una metafora non pu� essere interpretata letteralmente. In termini estensionali (sia pure rispetto a un mondo possibile) essa non dice mai la verit�, ovvero non dice mai qualcosa che il destinatario potrebbe tranquillamente accettare come letteralmente vero. La menzogna della metafora � cos� palese (una donna non � un cigno, un guerriero non � un leone) che se la metafora fosse presa letteralmente il discorso �s�ingripperebbe�, perch� si avrebbe un inspiegabile �salto di topic’. Occorre interpretare la metafora come figura�.(p.249)[...] �Cosa accade infine con l�allegoria? Diversamente dalla metafora, e in analogia col modo simbolico, il destinatario pu� decidere di intenderla letteralmente. Dante potrebbe benissimo voler dire davvero che stava viaggiando per una foresta e che vi ha incontrato tre fiere; o che ha visto una processione con ventiquattro vegliardi. Come il modo simbolico, l�allegoria suggerisce al massimo l�idea che ci sia, in quel testo, uno spreco rappresentativo� (p.251). Della stessa opinione si dimostra GEOFFREY N. LEECH nel testo citato in nota n.3 del presente capitolo, p.163.
Anteprima della tesi: Lo sviluppo della tecnica metaforica ed il ruolo del narratore in quattro opere del primo William Golding: ''The Inheritors''(1955), ''Pincher Martin''(1956), ''Free Fall''(1959) e ''The Spire''(1964), Pagina 14

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Gussago
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Leslie Anne Crowley
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 198

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

allegoria
metafora
letteratura inglese
william golding
letteratura contemporanea
michail bachtin
pincher martin
the inheritors
free fall
the spire

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi