Skip to content

Lo sviluppo della tecnica metaforica ed il ruolo del narratore in quattro opere del primo William Golding: ''The Inheritors''(1955), ''Pincher Martin''(1956), ''Free Fall''(1959) e ''The Spire''(1964)

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE: GOLDING ED IL SUO TEMPO 2. IL ‘NUOVO REALISMO’ DEGLI ANNI CINQUANTA Uno spartiacque fra le due correnti descritte è costituito da un certo numero di scrittori che si affacciano all’attività letteraria attorno al 1953, data dell’incoronazione di Elisabetta II. Entro un anno da questo avvenimento, tre romanzi segnano un nuovo percorso letterario: Lord of the Flies, Lucky Jim di KINGSLEY AMIS (1922-1995) e Under the Net di IRIS MURDOCH (1919-1999). I giornalisti non esitano a collocare i tre scrittori nel “Movement”, ma non si tratta di un vero e proprio movimento. Esso tuttavia fa particolare riferimento a due precursori comuni: GRAHAM GREENE (1904-1991) e GEORGE ORWELL (1903-1950). Come per Greene, la realtà oggetto della narrazione viene spesso ad identificarsi con l’accuratezza e vividezza dello stile, rigettando la sperimentazione ed il “flusso di coscienza”. Dall’insegnamento di Orwell provengono l’onestà delle idee e l’evidenza delle problematiche sociali connesse a quelle interiori di ciascun individuo. Il nuovo gruppo di scrittori prende a modello di stile, di tecniche narrative o di tematiche il romanzo settecentesco: RICHARDSON, FIELDING, DEFOE, SMOLLETT e altri vengono a costituire un valido punto di riferimento. Ad esempio, Pincher Martin riprende il tema del naufragio di Robinson Crusoe per capovolgere lo spirito ottimista del romanzo di Defoe, secondo il quale l’uomo civilizzato sa ricreare una società ideale dal nulla. Pincher Martin, invece, non solo non ci riesce, ma non ha più nemmeno un ideale di civiltà cui appellarsi. Golding ed i suoi contemporanei mirano a raffigurare esistenze ordinarie, ma rappresentative di un’universalità. La letteratura degli anni Cinquanta è “impegnata”, non in senso politico 3 , ma etico e morale. La quotidianità narrata è costellata di simboli e miti, così come di tentativi dell’uomo di spiegare se stesso ingabbiandosi in discorsi filosofici (è uno dei temi ricorrenti nella prosa di Iris Murdoch). Golding e la Murdoch, fra gli altri, ricercano nelle loro opere l’essenza positiva, le qualità interiori dell’individuo, uscendo dal campo esclusivamente religioso. Il nuovo romanzo degli anni Cinquanta è sì secolare, ma non antireligioso. Il critico inglese George Watson delinea in questo modo le implicazioni morali e religiose dei romanzi di quest’epoca. If some of these novels, like Iris Murdoch’s The Bell (1958), stand tiptoe at the door of faith, they are content to remain there and not to enter in, at least as worshippers. They offer hope rather than salvation, consolation rather than cure, reform rather than revolution. They are prudent. The world is what it is, and will remain so; and you learn to live within it by adjusting yourself rather than it 4 . La loro posizione in senso etico non culmina in una scelta fra opposti (peccato o virtù, fede o ateismo, ecc.), ma cerca di constatare la piena libertà che viene da una sfera di valori più ampia, senza una risposta univoca. E’ ad esempio il traguardo raggiunto dal narratore di Free Fall, disilluso di poter discriminare innocenza e colpa nelle sue azioni passate. 3 Alcuni autori si professano di sinistra, ma non risparmiano critiche al marxismo. Golding stesso si è definito un socialista, ma la sua posizione è “bitterly left of centre” (“amaramente di sinistra”). Egli ha potuto comprendere che un giudizio di merito in politica è sempre reversibile. 4 GEORGE WATSON, British Literature since 1945, Macmilland, Houndmills, Basingstoke, 1991, p. 98. Se alcuni di questi romanzi, come The Bell (1958) di Iris Murdoch, stanno in punta di piedi sulla soglia della fede, si accontentano di non varcarla, almeno come devoti. Essi offrono speranza piuttosto che salvezza, consolazione piuttosto che rimedio, riforma piuttosto che rivoluzione. Sono prudenti. Il mondo è quello che è, e rimarrà tale; si impara a viverci adeguando se stessi piuttosto che il mondo.
Anteprima della tesi: Lo sviluppo della tecnica metaforica ed il ruolo del narratore in quattro opere del primo William Golding: ''The Inheritors''(1955), ''Pincher Martin''(1956), ''Free Fall''(1959) e ''The Spire''(1964), Pagina 6

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Gussago
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Leslie Anne Crowley
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 198

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

allegoria
metafora
letteratura inglese
william golding
letteratura contemporanea
michail bachtin
pincher martin
the inheritors
free fall
the spire

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi