Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La conciliazione lavoro-famiglia in Italia e in Europa: buone pratiche aziendali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Si può quindi affermare che i Welfare State mediterranei (Italia, Spagna, Grecia) sono caratterizzati per la grande protezione esercitata nei confronti del capofamiglia, coloro i quali percepiscono i redditi, con la conseguenza inevitabile di una scarsa offerta di politiche e servizi che favoriscono la conciliazione fra vita professionale e vita familiare, contrariamente a quanto invece accade nei paesi Scandinavi, nei quali è presente una vasta rete di servizi pubblici e nello stesso tempo esiste una mentalità conciliativa ed attenta alle problematiche familiari e femminili. All’iniqua distribuzione dei ruoli occupazionali si aggiunge poi la valorizzazione delle attività riproduttive e di cura e la loro preponderante assegnazione alle donne, a prescindere dal fatto che svolgano anch’esse lavoro retribuito fuori dall’ambito familiare; ciò è dimostrato dal fatto che, nonostante l’aumento del tasso di partecipazione femminile al mercato del lavoro retribuito verificatosi negli ultimi anni, non si sia modificata l’asimmetria della divisione intensiva di genere. Le donne hanno continuato ad assumersi gran parte delle responsabilità familiari e non retribuite cumulandole con occupazioni nei servizi di cura che si sono sviluppati quando il supporto domestico non è stato più sufficiente a rispondere alle esigenze di socializzazione e selezione delle potenzialità lavorative. Tutto ciò ha portato a forme di discriminazione occupazionale e all’esclusione delle donne dalle carriere ad alto reddito e prestigio, che non ha fatto altro che aumentare la vulnerabilità economica delle donne e la loro dipendenza dagli uomini. Contemporaneamente si è sviluppata una divaricazione tra donne con e donne senza responsabilità familiari, mentre

Anteprima della Tesi di Gabriele Crepaldi

Anteprima della tesi: La conciliazione lavoro-famiglia in Italia e in Europa: buone pratiche aziendali, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Gabriele Crepaldi Contatta »

Composta da 230 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 22224 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 100 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.