Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il “patteggiamento” dopo la Legge n. 134 del 2003

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 sente di ottenere il giudizio nel primo caso, e di ripiegare nei procedi- menti a lui più favorevoli che escludono il dibattimento ( giudizio abbre- viato e patteggiamento) negli altri due. Queste facoltà riconosciute all’imputato, sottolinea Orlandi 14 , sono segno di un sistema che dà ampio spazio alla giustizia consensuale, effet- to di un’opzione culturale di politica legislativa, propensa a dilatare il potere dispositivo delle parti sulle situazioni processuali e, tramite esse, sugli esiti del processo. Questa forma di “giustizia consensuale” è, d’altronde, ammessa dal quinto comma dell’art. 111 Cost. (inserito con L. Cost. 2/99) che consen- te al legislatore di prevedere i casi in cui, con il consenso dell’imputato, la formazione della prova non avviene in contraddittorio. In tal senso si può ritenere che il diritto di difesa dell’imputato si con- figuri come diritto che l’imputato può non esercitare o esercitare in for- ma diversa, scegliendo un rito alternativo e rinunciando alle garanzie del dibattimento in virtù dei benefici che riceve 15 . 14 ORLANDI, I procedimenti speciali, cit., 538 ss. 15 V. CORSO, I procedimenti speciali, cit., 400.

Anteprima della Tesi di Rosario Bisicchia

Anteprima della tesi: Il “patteggiamento” dopo la Legge n. 134 del 2003, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Rosario Bisicchia Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8265 click dal 20/09/2004.

 

Consultata integralmente 55 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.